Il supporto del Coni per le Universiadi 2019, scelta la sede per il Villaggio

0 533

Benevento – L’esperienza del Coni al fianco del commissario Luisa Latella per consentire lo svolgimento delle Universiadi 2019 a Napoli. Sarà il Comitato Olimpico a garantire un’accelerazione all’evento grazie all’accordo siglato oggi. Sembrerebbe dunque risolversi il nodo relativo all’ospitalità degli atleti. “Una delibera dell’Anac ha imposto alla Pubblica Amministrazione di non avere rapporti con la Msc“, la società che avrebbe dovuto ospitare gli atleti a bordo di navi da crociera da ancorare nel porto di Napoli. A questo punto l’ipotesi più percorribile è quella della realizzazione di un villaggio all’interno della Mostra d’Oltremare, designato come quartier generale della manifestazione. “Cinquantacinque progetti sono stati approvati, in alcuni casi i cantieri sono già partiti“, ha commentato il commissario Latella. “E’ una bella sfida che contiamo di vincere“, ha dichiarato l’ad del Coni, Alberto Miglietta, “una sfida dell’intero Paese, non solo di Napoli o della Campania. Dobbiamo essere pronti per luglio 2019“.

Francesco Emilio Borrelli (Verdi): “Ormai non ci sono più dubbi, finalmente si parla solo di come organizzarle al meglio e non della possibilità che le Universiadi del 2019 non si tengano a Napoli. La scelta di creare un villaggio temporaneo nella Mostra d’Oltremare è certamente una di quelle che permettono di spendere al meglio i soldi pubblici stanziati per l’organizzazione perché, in questo modo, si acquistano moduli abitativi che poi potranno essere utilizzati anche in futuro in luoghi e in situazioni diverse. Ho avuto modo di parlare anche con l’assessore Borriello e con il capo di Gabinetto del Sindaco di Napoli, Auricchio, dai quali ho ottenuto rassicurazioni che non è stato previsto nessun villaggio rom successivamente all’evento con i moduli abitativi realizzati per gli atleti. Resteranno a disposizione per eventuali emergenze o per accogliere sfollati o rom. Purtroppo dovremo fare a meno dello stadio Collana perché la società rappresentata da Ferrara e Cannavaro, che ha vinto i ricorsi, nei giorni scorsi è entrata anche in possesso della struttura che però oramai è fuori dall’evento sportivo”. (Fonte AGV)

Armando Cesaro (Forza Italia): “L’idea di ricorrere alle navi per accogliere degli atleti delle Universiadi era tutt’altro che eccellente, un’assurdità  che avevamo denunciato in tempi non sospetti. Sin dall’inizio di questa avventura abbiamo auspicato una soluzione di prospettiva come la realizzazione di un Villaggio di tipo turistico, magari sul litorale domitio, trasformando radicalmente il volto di un territorio degradato e abbandonato. Invece si insiste con una soluzione consumistica che costerà oltre 250 milioni di euro e non lascerà nulla ai napoletani. L’opzione dei moduli prefabbricati, che evoca un trattamento da terremotati, sembra aggiungere al danno la beffa. Impegnare risorse così consistenti e dover rinunciare a una straordinaria opportunità era il peggio che potesse capitarci. Di questo non possiamo che ringraziare un governo regionale e un’amministrazione cittadina inconsistenti che hanno trasformato questa occasione nelle dilettantiadi, nelle olimpiadi degli sprechi”. (Fonte AGV)

Gennaro Saiello (M5s) – “Riponiamo fiducia nel lavoro del commissario Latella e del Coni sulla buona riuscita delle Universiadi 2019, con l’auspicio che un evento di questa portata non sia ridimensionato per le scelte scellerate di un’amministrazione regionale che ne ha colpevolmente sottovalutato la portata. Nello stesso tempo, siamo fortemente preoccupati su quanto una buona dose di approssimazione possa gravare sulle casse regionali, con capitoli di spesa a cui non corrisponderà alcun ritorno in termini di infrastrutture e impiantistica. L’organizzazione dovrà correre contro il tempo per realizzare il villaggio degli atleti, nel contempo bisogna sperare che dagli esiti del ricorso di Msc non arrivi un’ulteriore beffa. In caso di accoglimento potrebbero gravare anche le spese di un eventuale maxirisarcimento alla compagnia da crociera. Napoli e la Campania non possono permettersi di perdere un evento che comporterà un’operazione di rilancio degli impianti sportivi, oltre che un’occasione irripetibile per il commercio e il turismo”. (Fonte AGV)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.