Potere al Popolo: protocollate richieste di modifica dei regolamenti comunali

0 466

Salerno – Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa di “Potere al Popolo”.

“Potere al Popolo considera il 25 Aprile una delle più importanti ricorrenze dell’anno, in quanto ritiene fondamentale e necessario ricordare la lotta e il sacrificio di migliaia di partigiani che resistettero al nazifascismo. Tuttavia riteniamo che il compito degli antifascisti non possa considerarsi esaurito con la semplice commemorazione celebrativa della Resistenza, in quanto oggi più che mai c’è bisogno di porre in essere iniziative che si oppongano concretamente alle nuove forme di fascismo, prevaricazione e sfruttamento.

Nella provincia di Salerno, abbiamo voluto interpretare in modo ampio i concetti di antifascismo e Resistenza, facendo riferimento alle più disparate forme di opposizione alla barbarie del nostro tempo: le pratiche di mutualismo e solidarietà sui nostri territori, la costruzione di una narrazione dei fenomeni migratori alternativa a quella razzista e xenofoba, la lotta agli accordi criminali che i governi europei stipulano con gli Stati nordafricani, l’opposizione al sistema dell’alternanza scuola-lavoro, il tentativo di creare un’alternativa al ricatto della precarietà e dello sfruttamento, al lavoro che umilia e spesso uccide, il rifiuto di qualsiasi forma di guerra e violenza contro i popoli.

È per questo che in tanti comuni della provincia abbiamo protocollato una proposta di modifica dei regolamenti comunali relativi all’occupazione di suolo pubblico: chiediamo che tutti i Consigli Comunali si impegnino modificare i regolamenti, prevedendo la possibilità di concedere gli spazi pubblici solo alle organizzazioni, alle associazioni e ai partiti che firmano un documento con il quale dichiarano di riconoscersi nei valori dell’antifascismo e dalla Resistenza antifascista.

Crediamo che l’odio, il razzismo, la xenofobia e l’intolleranza non siano idee che hanno il diritto di essere diffuse e perciò riteniamo illegittimo consentire, a chi fa di queste idee il proprio punto di riferimento tentando di riportare indietro le lancette della storia,di operare liberamente sui nostri territori”.

Di seguito, l’elenco dei comuni:

Salerno
Cava de’ Tirreni
Vietri
Cetara
Furore
Tramonti
Maiori
Minori
Atrani
Amalfi
Positano
Nocera Superiore
Roccapiemonte
Castel San Giorgio
Siano
Bracigliano
Mercato San Severino
Nocera Inferiore
Pagani
Corbara
Sant’Egidio del Monte Albino
San Valentino Torio
Sarno
Angri
Scafati
San Cipriano Picentino
Giffoni Valle Piana
Giffoni Sei Casali
San Gregorio Magno
Buccino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.