Casagiove (Caserta), stamane lo sgombero dello Houston. Fondamentale la sinergia tra Comune e forze dell'ordine

0 3.898

CASAGIOVE – Stamattina vi avevamo trasmesso dalle nostre colonne la notizia che la Procura della Repubblica, aveva disposto il sequestro dello stabile che una volta ospitava l’Hotel “Houston”, struttura conosciutissima a Casagiove, a causa della pericolosità dell’edificio che si trova in condizioni fatiscenti.

Nell’azione che ha riguardato l’Hotel “Houston” ha partecipato anche il Comune di Casagiove: infatti proprio nella giornata di ieri, l’amministrazione comunale ha emanato un’ordinanza attraverso la quale obbligava il commissario liquidatore della Società “Itaca s.p.a.”, che deteneva la proprietà dell’immobile, “il ripristino delle necessarie condizioni di sicurezza” della struttura.

Oltre a questa ordinanza, proprio oggi, da nostre fonti, possiamo rendere noto che il Comune di Casagiove ha anticipato, rispetto alla curatela, i lavori di messa in sicurezza dello stabile, partecipando quindi, in sinergia con le forze dell’ordine e della Procura, alla risoluzione di questa emergenza.

L’amministrazione casagiovese inoltre ha messo all’opera anche il proprio settore delle politiche sociali: infatti, i cittadini di nazionalità rumena, che risiedevano illegalmente nella struttura, dietro loro espressa volontà, attraverso l’ufficio casagiovese, hanno potuto acquistare i biglietti per far rientro in Romania già con il volo delle 15:00 di oggi pomeriggio. Anche alcuni cani che frequentavano la struttura abbandonata, grazie all’intervento dei funzionari addetti, sono stati ospitati in strutture appropriate.

La cooperazione e la sinergia tra enti diversi, ma con i medesimi obiettivi, sono le credenziali per aprire le maglie delle più intricate difficoltà. Sul posto, infatti, erano presenti i carabinieri della locale stazione guidati dal comandante Antonio Coppola, gli uomini della polizia municipale guidati dal comandante Nicola Altiero e il primo cittadino Roberto Corsale che, con l’assessora Mariella Sapone, che ha la delega sia alla polizia municipale che alla tutela degli animali, già nei giorni scorsi si sono impegnati per la risoluzione del problema.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.