Una grande Casertana ma purtroppo non basta: l’1-1 contro il Cosenza arresta corsa play-off

0 428

Una grande Casertana. Detta legge al San Vito Marulla, sciorina un ottimo calcio, eppure i falchetti devono digerire l’eliminazione dai play-off. E’ la dura legge della formula che premia il migliori piazzamento nella regular season dei calabresi l’1-1 non basta. Ma la Casertana esce tra gli applausi, consapevole di aver dato tutto e di aver dimostrato, ancora una volta, di non essere inferiore a nessuno.

PRIMO TEMPO – Partenza in salita per i falchetti con il Cosenza subito in vantaggio. Al primo affondo Okereke va via sulla destra ed appoggia centralmente per Tutino. L’attaccante scuola Napoli incrocia il tiro ed infila Forte nell’angolino basso alla sua destra. Ma si tratta di un lampo in una partita controllata dalla Casertana in lungo e in largo. Reazione immediata degli uomini di mister D’Angelo che sfiorano il pari al 5’. Pinna scodella in area su punizione, Saracco esce a vuoto. Sul secondo palo c’è Turchetta che tira di prima intenzione. Palla sull’esterno della rete. I falchetti ci sono. Giro palla e intensità permettono ai ragazzi di mister D’Angelo di guadagnare metri. E al 12’ arriva la rete del pari: verticalizzazione di Rajcic, stop perfetto di Finizio a tu per tu con Saracco e palla infilata in rete. La Casertana dà vita ad un forcing ininterrotto. Il Cosenza si rinchiude nella propria metà campo trovando qualche rara e vana ripartenza. Al 35’ ancora falchi vicini al gol. Padovan per Turchetta in velocità. Tiro dal limite a botta sicura, palla fuori d’un soffio. Il Cosenza si affaccia dalle parti di Forte in maniera incisiva soltanto al 43’ quando Corsi si inserisce in area e manda alto di testa da ottima posizione.

SECONDO TEMPO –  Braglia stravolge l’undici mandando in campo Baclet, Trovato e Palmiero al posto di Perez, Calamai e Okereke. Trovato si fa subito trovare pronto: riceve palla in area e calcia da posizione defilata. Forte c’è. D’Angelo inserisce De Vena al posto di Rajcic. Bisogna cercare il raddoppio. Al 20’ Padovan controlla in area, si gira e tira. Ma Saracco controlla. Raffica di cambi da entrambe le parti. Al 32’ il neo entrato Santoro lascia partire un cross che libera sul secondo palo Turchetta. Il suo colpo di testa, però, viene bloccato senza affanno dal portiere. La Casertana spinge a più non posso. Al 33’ il tiro di Turchetta tagliaia tutta l’area piccola. Dall’altra parte c’è Pinna  che calcia senza pensarc su due volte. Respinge Saracco e la difesa risolve la mischia. I falchetti continua a spingere, ma l’assalto finale non porta frutti. Finisce qui la corsa play-off della Casertana.

COSENZA-CASERTANA 1-1

COSENZA: Saracco, Idda, Dermaku, Pascali, Corsi, Calamai (46’ Palmiero), Bruccini, D’Orazio, Okereke (46’ Trovato), Perez (49’ Baclet), Tutino ( 69’ Mungo). A disp.: Zommers, Mungo, Ramos, Pasqualoni, Boniotti, Loviso, Camigliano. All.: Braglia.

CASERTANA: Forte, Finizio (75’ Rainone), Meola, Lorenzini (46’ Tripicchio), Rajcic ( 64’ De Vena), Padovan (75’ Alfageme), Pinna, De Rose, Polak, Romano (75’ Romano), Turchetta. A disp.: Gragnaniello, Cardelli, De Marco, Cigliano, Santoro, Minale. All. D’Angelo.

ARBITRO: Prontera di Bologna. Assistenti: Marchi di Bologna e Saccenti Di Modena. IV: Santoro di Messina

RETI: 2’ Tutino, 12’ Finizio

Ammoniti: Lorenzini, D’Orazio, Mungo.

Espulso al 90’ Rainone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.