Concorso Internazionale “Città di Airola”, alle 19 la serata finale

Oggi finale del Premio Moscato, poi proclamazione dei vincitori. Ecco i pianisti premiati nelle varie categorie sabato e domenica

0 374

Si concluderà questa sera presso il Teatro Comunale di Airola, alle ore 19, con la proclamazione e l’esibizione dei vincitori assoluti, la decima edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, diretta dal M° Anna Izzo e organizzata dall’Accademia Musicale “Mille e una Nota”, in partnership con il Teatro di San Carlo di Napoli e con il patrocinio del Comune di Airola e della Provincia di Benevento.

Ma prima della serata finale, in mattinata sarà decretato l’atteso vincitore del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, di cui ieri pomeriggio si sono svolte le eliminatorie. Arduo il compito della Commissione, composta da musicisti dal profilo professionale di rilievo internazionale: si tratta del presidente M° Pasquale Iannone, pianista, concertista, docente di Pianoforte presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari e Direttore Artistico del “Barletta Piano Festival”, M° Stefania Bertucci, docente di Pianoforte presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino, M° Giuseppe Devastato, docente di pianoforte presso “Universitad Alfonso X el Sabio” di Madrid e Direttore Artistico del Concorso Internazionale “The Neapolitan Masters” a Napoli, M° Vincenzo Marrone d’Alberti, docente di pianoforte presso il Conservatorio “C. Gesualdo da Venosa” di Potenza, il M° Carles Marìn, docente di pianoforte presso“Universitad Alfonso X el Sabio” di Madrid. La Commissione dovrà valutare il migliore pianista, al quale sarà attribuita una borsa di studio del valore di 2mila euro e la possibilità di esibirsi al Teatro di San Carlo di Napoli.

Intanto, tra sabato 26 e domenica 27 maggio, sono andate in scena le esibizioni della sezione Pianoforte,. Nella categoria è Giulia Falzarano (classe 2005) a incantare la Commissione, guadagnandosi il primo premio assoluto (100/100) con l’esecuzione di Le Rossignol di Franz Liszt. Apprezzata anche l’esibizione di Luigi Merone (primo premio con 98), che ha suonato Sonata Op. 27 n. 2 – Movimento 1 e 2 di Ludwig van Beethoven. Buoni risultati (primo premio con 96) anche per Desiré Molinaro e Raffaele Vitagliano. È Pierluigi D’Ippolito, sedicenne cosentino, a dominare la categoria B: al pianista calabrese va il primo premio assoluto grazie all’esecuzione di Partita in A minor, BWV 827 di Johann Sebastian Bach, Piano Sonata in F major, K332, Allegro di Wolfgang Amadeus Mozart e Première Année Suisse di Liszt. Ottime prove anche per il quindicenne potentino Matteo Pierro, in competizione con Les jeux d’eau à la Villa d’Este e La Campanella (Paganini Etude No. 3) di Liszt, premiato con 99, e per l’avellinese Michele Santaniello (98), che ha suonato Op. 52 di Moritz Moszkowski, Toccata di Aram Il’ičChačaturjan e Il volo del calabrone di Nikolaj AndreevičRimskij-Korsakov.

Per la categoria C, il primo premio assoluto (100) va alla diciassettenne Gaia Damiana Minervini, da Terlizzi (Bari), in gara con Seconda partita di Bach e Preludio Op. 23 n. 6 di Sergej Vasilevic Rachmaninov. Appena un gradino più in basso Alessandro Volpe (classe 2000) da Agropoli, la cui esecuzione di Variations sérieuses, op. 54 di Félix Mendelssohn è valsa un primo premio con 99.

Nella categoria D, unanime elogio per Luigi Borzillo, primo premio assoluto (100) e borsa di studio, che ha convinto i giurati suonando Studio trascendentale n. 8 Rapsodia spagnola di Liszt. Applausi e riconoscimenti (primo premio con 96) anche per la ventenne salernitana Giovanna Basile, che ha proposto Preludio e Fuga n. 10 BWV 855 di Bach e Studi Op. 10 n. 4 e n. 5 e Ballata n. 2 in Fa magg. Op. 38 di Frédéric François Chopin.

33505940_1931515280231946_2173944228546084864_n

Trionfo rumeno nella categoria E, in cui eccelle il ventiseienne Adrian Nicodim (100, primo premio assoluto e borsa di studio), grazie alla straordinaria esecuzione di Studio Op. 10 n. 4 di Chopin e Sonata n. 2 Op. 14 di Sergej Prokofiev.

Frattanto cresce l’attesa per la finale del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, in cui sono approdati il sannita Luigi Borzillo, il palermitano Francesco Cataldo, i leccesi William Greco e Tiziano Rossetti, il cosentino Luca Lione e il rumeno Adrian Nicodim.

Appuntamento a stasera (ore 19, Teatro Comunale di Airola, Benevento) per assistere alle esecuzioni dei migliori talenti della decima edizione del “Città di Airola”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.