Torna ad Amalfi, domenica 3 giugno, il Concerto al Buio, la straordinaria esperienza sensoriale generata dal piano di Martina Mollo e dal violino di Edo Notarloberti

Dopo il Sold Out della precedente edizione, l’Arsenale della Repubblica si spegnerà nuovamente per il suggestivo evento acquistabile sul sito www.localemotions.com oppure in loco

0 343

 

Amalfi, 28 maggio 2018 – Torna ad Amalfi il ‘Concerto al Buio’. Dopo il Sold Out della precedente edizione, domenica 3 giugno alle ore 20.00 sarà possibile partecipare nuovamente all’esclusiva esperienza sonora all’interno dell’Arsenale della Repubblica (Antico Arsenale), in Piazza Flavio Gioia, dove si esibiranno Edo Notarloberti, violinista di fama internazionale e Martina Mollo, pianista di grande talento.

I partecipanti seguiranno un percorso all’interno dell’armeria, guidati da un’illuminazione soffusa, e prenderanno posto. Dopo una breve introduzione, le luci caleranno fino a raggiungere il buio totale e sarà allora che il piano e il violino inizieranno a diventare i protagonisti di uno spettacolo unico.

9717

Organizzato da Local Emotions, il Concerto al Buio, ha già fatto registrare oltre 3000 spettatori. Ascoltare in questo modo la musica porta a stravolgere l’uso comune dei sensi, alla perdita degli abituali punti di riferimento e consente di sperimentare nuove condizioni di ascolto.

I biglietti per assistere all’esibizione musicale nella più totale assenza di luce sono acquistabili direttamente al link:https://www.localemotions.com/amalfi—concerto-al-buio-per-piano-e-violino-O1505.html oppure direttamente presso l’Arsenale.

9719

“Abbiamo scelto di riportare il ‘Concerto al Buio’ ad Amalfi sia per la splendida cornice che la perla della costiera rappresenta, sia per l’entusiasmo che campani e turisti che hanno riempito l’Arsenale ad aprile ci hanno trasmesso a fine Concerto” ha dichiarato Andrea Cinosi, Amministratore di Local Emotions. “Crediamo molto in questo evento e nel talento dei musicisti che si esibiscono ed i Sold Out che l’evento continua a far registrare sono la testimonianza più bella di questo successo italiano”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.