“Tornerò a giocare”: c’è anche un pò di Casagiove nel corto sulla Terra dei Fuochi realizzato dalla scuola “Milani” di Caivano

0 1.518

CAIVANO/CASAGIOVE – La Terra dei fuochi torna a far parlare di sé. Stiamo calmi però: non ci troviamo di fronte all’ennesimo rogo o versamento illecito, e per fortuna non ci troviamo di fronte nemmeno ad una delle tante morti generate da questo oltraggio al nostro territorio.

Siamo nella Terra dei Fuochi, precisamente a Caivano, per narrare una storia e per diffondere un messaggio di speranza. Un grido, anzi un canto, che proviene da chi sarà cittadino di questa terra, ovvero gli alunni dell’Istituto Comprensivo “S.M. Milani”. Questi ragazzi hanno interpretato ed impersonato, attraverso un progetto quasi cinematografico, la voce dei tanti loro coetanei, figli di questa terra, che, colpiti dal più brutto dei mali, hanno terminato anticipatamente la loro esistenza.

L’esecuzione di questo video è rientrato nell’ambito del progetto F.I.S. per l’anno scolastico 2017-2018, ed è stata possibile anche grazie alla sensibilità della preside dell’istituto, Prof.ssa Filomena Zullo. Alle riprese, durate ben 5 mesi, hanno preso parte 35 alunni, guidati e diretti dagli insegnanti Francesco Celiento ed Elisa Galleja, con il supporto, completamente gratuito, del violinista e compositore Alfredo Tescione.

“Tornerò a giocare”, questo il titolo del video, è stato presentato lo scorso 22 maggio presso l’auditorium scolastico del “S.M. Milani” di Caivano,  del Presidente regionale dei Medici per l’ambiente, Gaetano Rivezzi, del parroco don Stefano Giaquinto, il giornalista Salvatore Minieri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.