Elezioni Orta di Atella. Stop alle bollette idriche più salate d’Italia, Gaudino corre ai ripari

Ottimizzazione e rifacimento della rete idrica e recesso del Comune dalla società Acquedotti

0 381

ORTA DI ATELLA (CASERTA) – «Non possiamo più consentire che i cittadini di Orta di Atella paghino le bollette dell’acqua, che sono tra le più salate d’Italia. La prossima amministrazione dovrà attivarsi per ridurre il costo del servizio, affrontando questo problema in maniera chiara ed energica. Con la mia coalizione abbiamo studiato la strategia di intervento per alleggerire i costi che oggi sono costretti a sopportare gli ortesi». Ha le idee chiarissime il candidato sindaco del centrosinistra Vincenzo Gaudino su come affrontare il problema bollette. «Dobbiamo, innanzitutto, effettuare un’efficientamento della rete idrica, provvedendo al rifacimento di quei tratti vetusti e malfunzionanti – ha spiegato il candidato sindaco – abbiamo rilevato che c’è una dispersione di acqua enorme nelle condutture che determina, chiaramente costi aggiuntivi per i cittadini. Lavori strutturali ci consentiranno di affrontare il problema alla radice e di ridurre, sin da subito, i consumi». Ma Gaudino sottolinea come il problema gestione acqua vada affrontato anche da un punto di vista politico-amministrativo. «Valuteremo seriamente la possibilità di uscire dalla società Acquedotti Scpa, la cui gestione non ha portato ad alcun risultato per il Comune di Orta di Atella – ha sottolineato il candidato sindaco – l’ente, infatti, si è rivelato un carrozzone improduttivo, che si è contraddistinto solo per l’aumento delle bollette per i cittadini».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.