Avellino – Fiamme gialle in azione contro il lavoro in nero: sanzionato un hotel

0 393

Avellino – Continua l’intensificazione sull’intera provincia irpina dei servizi a contrasto del lavoro sommerso, da parte del comando provinciale della guardia di finanza di Avellino, con interventi mirati che hanno portato alla scoperta di altri 6 lavoratori “in nero”. Nella giornata di mercoledì i militari della tenenza di Sant’Angelo dei Lombardi, nel corso di uno specifico servizio, hanno effettuato un controllo presso un hotel – ristorante dell’Alta Irpinia. All’atto dell’accesso i militari hanno provveduto all’identificazione di tutti i lavoratori presenti al momento del controllo, intenti a svolgere la loro mansione.

Sono state dunque raccolte le dichiarazioni degli stessi, necessarie per la verifica delle rispettive posizioni contributive rispetto alla documentazione ufficialmente custodita presso la società responsabile della predetta attività economica. Il titolare non era in grado di esibire la documentazione che potesse provare la regolarità delle posizioni lavorative delle persone intente a prestare la loro opera: ne è conseguita la constatazione di una percentuale di irregolarità pari al 85% della forza lavoro presente, con 6 lavoratori su 7 completamente “in nero”.

Nei confronti del datore di lavoro, è scattata la prevista segnalazione per l’avvio della procedura finalizzata alla sospensione dell’attività imprenditoriale come previsto dall’articolo 14 del decreto legislativo nr. 81/2008, visto che la percentuale di lavoratori irregolari superava il 20% della forza assunta.

L’attività ispettiva è attualmente in corso per la quantificazione delle sanzioni amministrative, stimate in circa trentamila euro. L’attività di servizio svolta dalla fiamme gialle di Sant’Angelo dei Lombardi si colloca nel novero dei controlli che il corpo svolge a contrasto dell’economia sommersa, delle frodi fiscali e dell’impiego di manodopera irregolare o in “nero” (nei giorni scorsi erano stati scoperti gia’ 14 lavoratori in nero presso un ristorante).

Nell’ambito del ruolo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza, l’attività svolta assume fondamentale importanza per la tutela degli interessi delle fasce deboli, rappresentate dai lavoratori, e delle imprese che operano nel rispetto della legge e sono danneggiate dalla concorrenza sleale di chi agisce nell’illegalità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.