Caserta, contributi fitti 2015: centocinquanta famiglie ancora in attesa

0 525

CASERTA – In attesa dal 2015 dei contributi sul fitto. Questa è la denuncia che ci è giunta in redazione ed a cui abbiamo deciso di dar voce. Il Signor M.A. ha scritto al sindaco Carlo Marino ed a tutti i responsabili degli uffici competenti per sollecitare il pagamento dei contributi fitto per l’annualità 2015 (legge 431/98).

Il cittadino aveva già protocollato un sollecito al quale il responsabile del settore economico finanziario aveva risposto di non poter procedere in quanto non si trovava in possesso dei documenti di liquidazione. Inoltre, sottolinea il cittadino, il Comune di Caserta, in data 4 maggio 2018, aveva variato il bilancio per € 127.257, accreditati dalla Regione Campania in data 13 febbraio 2018.

Per questi motivi, trattandosi anche di una somma inferiore ai mille euro, il cittadino chiede la liquidazione della somma in contanti da ritirare con mandato di pagamento alla Tesoreria comunale.

In sostanza la questione che vi abbiamo esposto non è altro che una pratica burocratica, ma ha comunque la forza di farci comprendere come siano diversi i comportamenti e i tempi nel rapporto cittadino-istituzioni: quando si tratta di dover pagare l’Imu o la Tari, o qualsiasi altra tassa comunale, il cittadino ha una scadenza oltre la quale la somma dovuta va ad aumentare; quando si ribaltano le parti ed è l’istituzione che deve pagare, improvvisamente i tempi e le scadenza scompaiono ed accade che per nemmeno mille euro si deve aspettare più di tre anni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.