Clan dei Casalesi: sequestrati oltre 100 immobili tra Caserta e Frosinone

0 525

Nei giorni 5 e 6 luglio, la Polizia di Stato di Caserta ha dato esecuzione a un decreto di sequestro di prevenzione emesso il 19 giugno u.s., su proposta della Direzione nazionale Antimafia e Antiterrorismo, nei confronti di Balivo Gaetano e Balivo Silvestro dei rispettivi nuclei familiari e di soggetti terzi, intestatari dei bani a loro riconducibili.

All’esito di una complessa ricostruzione dei rapporti tra Balivo e la famiglia di Zagaria Michele, sono stati sottoposti a sequestro 5 società operati prevalentemente nel settore edile e in quello dei prodotti ortopedici, numerosi rapporti finanziari accesi dai soggetti- fisici e giuridici- raggiunti dalla misura preso 14 diversi istituti bancari, 13 veicoli, noché oltre 100 immobili siti in Caserta e provincia, ed in Provincia di Frosinone il tutto per un valore stimato di circa 45 milioni di euro.

Il supporto di Balivo Gaetano favoriva la latitanza di Michele Zagaria e consentito di svolgere una rilevante attività imprenditoriale e di acquisire beni nel settore edilizio e commerciale anche ricorrendo a terzi fittizi intestari.

Anche il ruolo di Balivo Silvestro era determinante per l’esigenze del clan, in quanto non era solo di supporto per il fratello Gaetano, ma anche per altri affiliati con i quali si relazionava in prima persona, sia pure in modo riservato.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.