Comune di Benevento, sottoscritto il nuovo Contratto integrativo per i lavoratori

0 390

In data 5 luglio 2018 si è tenuto l’incontro tra la parte pubblica (Cotugno e Verdicchio, assente Lanzalone) e le rappresentanze sindacali Uil Fpl (Pagliuca, Bosco e Catillo; assente Quarantiello poiché in ferie, ma d’accordo sull’intesa), Fp Cgil (Franzè, Trotta, Caruso e Timossi), Cub (Zollo), Cisl Fp (Forgione, Ingordigia, Del Ninno, Brugnetti, Minicozzi e Goglia). Ancora una volta l’ordine del giorno era l’approvazione del contratto collettivo decentrato integrativo per i lavoratori valevole per il triennio giuridico 2018/2020 e per l’annualità economica 2018. Le risorse disponibili per l’anno 2018 sono 1.091.404,41 euro, dei quali 406.873,31 euro già impegnati per le progressioni economiche orizzontali e 161.536,18 euro per l’indennità di comparto. Questa l’ulteriore suddivisione delle risorse disponibili: Performance € 170.416,65; Indennità stato civile € 10.000,00; Progressioni economiche orizzontali anno 2018 € 30.000,00; Indennità rischio e attività disagiate € 35.000,00; Indennità di reperibilità € 30.000,00; Indennità turnazione € 120.000,00; Indennità specifiche responsabilità e per la polizia locale € 96.000,00; Particolari posizioni di lavoro € 4.000,00; Indennità servizio esterno polizia locale € 7.500,00; Indennità asilo nido € 1.000,00; Indennità posizioni di staff ex-8° livello € 7.000,00. Tra la parte pubblica e la parte sindacale è stata sottoscritta una corposa dichiarazione congiunta, che così si può riassumere: conferma indennità rischio € 30,00 operai categoria A e B; anticipo del 70% del compenso per performance entro il 30 novembre di ogni anno; le economie eventuali dell’esercizio 2018 saranno riportate nel fondo del 2019; individuare entro il prossimo mese di novembre le posizioni di front office di ogni singolo settore al fine di prevedere a erogare la relativa indennità di disagio; in sede di ripartizione del budget di Settore i dirigenti utilizzeranno il 64% delle risorse per le performance e il 36% per le responsabilità (anno 2018 vale la data di assegnazione delle responsabilità ai fini del compenso, che quindi sarà erogato in dodicesimi); l’istituto della flessibilità in tema di orario di lavoro consentirà di anticipare di 30’ l’entrata in servizio (orario normale 8,00/14,00); incontri di verifica dell’andamento della spesa saranno previsti ogni 4 mesi (per l’anno 2018 entro il mese di novembre); infine, è stato convenuto di aumentare al 6% del fondo per l’incentivo delle funzioni tecniche la quota per i dipendenti amministrativi che collaborano col Rup.

I rappresentanti sindacali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl colgono l’occasione per ringraziare per la disponibilità mostrata nei confronti dei lavoratori l’Amministrazione comunale nel suo insieme, e in particolare il sindaco Clemente Mastella, la segretaria generale Maria Carmina Cotugno e, in particolare, il dirigente Alessandro Verdicchio, il quale ha sempre creduto che la vertenza potesse avere uno sbocco positivo.

“Abbiamo trovato l’intesa su tutti i punti dell’accordo che non apparivano chiari – dichiarano Fioravante Bosco (Uil Fpl), Antonio Forgione (Cisl Fp)e Giannaserena Franzè (Fp Cgil) – e per questo vi è grande soddisfazione. Si tratta di un accordo innovativo che rispetta il decreto Madia n. 75/2017 e il nuovo CCNL per le funzioni locali. Dopo sei anni i lavoratori avranno il nuovo strumento di valutazione della performance, i cui risultati incideranno anche sulla valutazione dei dirigenti ai fini dell’erogazione della retribuzione di risultato. E’ stata una contrattazione sofferta, difficile e che ha visto volare anche qualche straccio in aria, ma tutto è bene ciò che finisce bene! Ora i dirigenti avranno le loro gatte da pelare, ma dovranno riuscire nel difficile compito di non scontentare nessuno, e di portare a casa quei risultati positivi che l’Amministrazione Mastella aspetta da tempo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.