Radici Fest a Casertavecchia, presentato l’evento in Comune

Casale: «Non solo street food, ma vera cultura del cibo».

0 432

Caserta. La sala consiliare del Comune di Caserta ha aperto le porte al «Radici Fest: CE Gusto al Borgo», presentato alla stampa stamane alla presenza del sindaco del capoluogo Carlo Marino e dell’assessore ai Grandi eventi Emiliano Casale. «Il ritorno del Radici Fest – esordisce Casale – ci serve per valorizzare ancor di più il borgo di Casertavecchia nel periodo estivo».

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il festival, riportato in vita dopo due anni, presenta un’importante novità per l’edizione 2018: l’ingresso ai piedi del castello medievale. «Il fatto che verrà montato un palco nel cortile del castello – spiega l’assessore – ci interessa da vicino, perciò saranno presenti dei nostri architetti per studiare ancor meglio la situazione, in vista – anticipa Casale – di un’imminente riqualificazione della torre. Ringrazio gli organizzatori e in particolare il consigliere Maietta, che si sta impegnando molto per Casertavecchia. Inoltre, quando c’è il “CE Gusto” sappiamo che non si tratta soltanto di street food – aggiunge Casale – ma si parla di cultura del cibo».

L’evento si articolerà in tre giorni, da venerdì 13 a domenica 15 luglio. Il tour del borgo prevede un mix di arte, musica, artigianato e vere e proprie cucine su quattro ruote. «Il cartellone – dice Armando Rispoli di ZeroZeroLive, associazione promotrice dell’evento – è stato pensato per accontentare tutti, famiglie e ragazzi. Questa nuova edizione vede un borgo rinnovato, frutto dei miglioramenti fatti in questi mesi dall’amministrazione. Noi siamo casertani – conclude – quindi siamo sensibili alla valorizzazione del territorio, ai commercianti e ai ristoratori della città». «Dieci dei 15 truck food – fa da coro Tommaso Zottolo – che saranno in strada, sono attività casertane. Perché, così come per gli artisti, il territorio ha sempre la priorità. Ringrazio personalmente i vigili urbani e anche Ecocar, che ci permette di raccogliere con cura i rifiuti prodotti durante il festival, e più in generale il Comune per averci come sempre affiancato».

Entusiasta dell’organizzazione anche il primo cittadino Carlo Marino: «Questo festival rientra con orgoglio nel nostro calendario d’eventi estivi e ci permette di portare persone a Casertavecchia, anche dalla provincia. È un’ottima cartolina e speriamo che possa crescere e affiancare anche in futuro il borgo, che abbiamo particolarmente a cuore».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.