I diaconi Tagliafierro e Montella lasciano Recale. Don Carmine: “Testimoni di Dio”

0 916

RECALE. Domenica sera, a Recale, la comunità parrocchiale di Santa Maria Assunta, insieme al parroco, don Carmine Ventrone, e i ministri istituiti, si è riunita intorno ai diaconi Michele Tagliafierro e Gennaro Montella per esprimere loro un grazie e i migliori auguri per il prosieguo del loro ministero diaconale. Tagliafierro è stato inviato a San Nicola La Strada, nella parrocchia di Santa Maria Degli Angeli, mentre Montella andrà nella comunità di Santa Maria Assunta in Mezzano, a Caserta. Don Carmine, durante l’omelia, ha sottolineato come sia stato importante il tratto di strada che i due diaconi hanno percorso a Recale e come quel cammino di condivisione abbia suscitato e susciti tanti sentimenti. Tra tutti, la gratitudine a Dio, che ha permesso l’incontro tra la comunità e i due diaconi, arricchendo la stessa di tanti doni. «Michele e Gennaro hanno formato incontro e presenza come dono di Dio – ha dichiarato don Carmine –, ed ora a loro viene chiesto di intraprendere un altro percorso, perché il Signore disegna in modo mirabile la strada per ciascun e adesso vuole che essi diventino compagni di viaggio di altre persone, di altre comunità. Il loro servizio è stato svolto con assoluta dedizione e profonda attenzione verso il prossimo». Il parroco, a nome di tutti i fedeli, ha voluto benedire don Michele e don Gennaro, assicurando che la comunità saprà fare tesoro della testimonianza di obbedienza che i due diaconi hanno dato al vescovo nel loro ministero. Un’ulteriore ringraziamento don Carmine lo ha rivolto alle loro spose, Chiara Lombardi e Pina Buttini, che hanno saputo accompagnare la vocazione e sostenere il ministero, impegnandosi con i loro mariti nel servizio alla carità e nell’accompagnamento dei giovani scout nella formazione cristiana. Michele e Gennaro, esempio di vera ecclesialità prima nelle loro famiglie e poi nella comunità, tanto bene ancora saranno chiamati a fare nelle nuove comunità parrocchiali che presto li accoglieranno come dono di Dio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.