Def, Bosco (Uil): rimodulazione IVA e riduzione delle detrazioni fiscali

0 655

Benevento, 3 ottobre 2018 – Da tempo la UIL sostiene la necessità di operare una rimodulazione delle agevolazioni e delle detrazioni, la cui enorme mole si è stratificata in tanti decenni, ma bisogna farlo operando scelte intelligenti e funzionali a un disegno di equità fiscale. A riguardo si può mettere a frutto l’ottimo lavoro fatto ad hoc dalle commissioni istituzionali. È quindi necessario intervenire in maniera selettiva e non con un taglio lineare. L’ipotesi circolata in questi giorni di un taglio pari al 2% dell’aliquota degli oneri detraibili al 19%, tra i quali le spese mediche, le spese per l’assistenza personale, gli interessi passivi dei mutui per la prima casa, le spese universitarie o le spese per asili nido, garantirebbe allo Stato un maggior gettito intorno ai 580 milioni di euro, ma graverebbe per oltre il 70% sui redditi fino a 35.000 euro lordi annui.

“Un costo – osserva Fioravante Bosco (Uil Av/Bn) – che ricadrebbe nuovamente sui redditi medio bassi, mettendo in dubbio il mantenimento degli attuali livelli dei consumi”.

Ufficio stampa Uil Benevento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.