Gladiator scatenato al “Piccirillo”: la Puteolana 1902 affonda sotto i colpi dei neroazzurri

0 523

SANTA MARIA CAPUA VETERE Il Gladiator travolge la Puteolana 1902. Prestazione impeccabile dei neroazzurri dei presidenti Mattia Aveta e Giacomo De Felice che fanno un sol boccone dei flegrei, trionfando con il punteggio di 4-0 davanti agli oltre 00 spettatori presenti allo stadio “Mario Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere. Giornata perfetta di Merola & soci, dominatori della gara dal primo fino all’ultimo minuto, con un reparto avanzato in grande spolvero e con una difesa che non lascia passare niente. Il successo permette ai ragazzi di Giovanni Sannazzaro di fare un bel salto in classifica: con 10 punti conquistati ora la vetta dista tre lunghezze. Applausi e cori di sostegno per una squadra che finalmente spicca il volo verso le posizioni che merita. La squadra dedica la vittoria al padre Giuseppe del presidente Giacomo De Felice, nel tredicesimo anniversario della scomparsa.

PRIMO TEMPO. Sin dal primo minuto il Gladiator, ancora in orfano del bomber Vincenzo Liccardi, entra in campo con la giusta verve. Dopo appena dieci minuti De Rosa lancia in profondità Spilabotte che, tutto solo, calcia a lato (10’). Segue il tiro di Cerrato che Marino blocca in due tempi con più di qualche titubanza (16’). I puteolani del nuovo allenatore Francesco Troise, che in settimana ha preso il posto di Pierfrancesco Ulivi, si affidano all’estro di Roghi e Castagna ma la difesa neroazzurra si oppone con ordine: assenti importanti gli ex Terracciano e Guadagnuolo mentre è in campo l’altra conoscenza Puccinelli. Al 32’ è infatti perfetto l’intervento di Caccia che ferma Roghi già proiettaro in area. Lo stesso numero nove scambia con Castagna e dal limite lascia partire un bolide che De Lucia neutralizza (37’). Davanti agli occhi dell’indimenticato “cigno di Arzano” Gaetano Romano, i neroazzurri si riportano avanti e sono insidiosi prima con l’acrobazia di Pesce e poi con la conclusione di Di Paola che tocca l’esterno della rete (39’). E’ il momento di maggior pressione del Gladiator che sblocca il punteggio al 41’. Sugli sviluppi di una punizione dalla fascia destra, una sorta di angolo ravvicinato, Vitiello pennella una palla prelibata per Cerrato che sale in cielo e schiaccia il pallone in rete con una perfetta incornata. Il “Piccirillo” esplode di gioia per la seconda rete in campionato dell’atleta napoletano. Sulle ali dell’entusiasmo si torna negli spogliatoi sul punteggio di 1-0.

SECONDO TEMPO. All’intervallo Vincenzo De Rosa accusa un problema ed infatti viene trasportato precauzionalmente in ospedale: il centrocampista è in salute e tornerà presto a disposizione. Al suo posto subentra Andrea Di Pietro (46’). Puteolani pericolosi ad inizio ripresa. Capovolgimento di fronte di Bianco per Gargiulo che calcia forte sul primo palo: De Lucia si oppone in angolo (51’). Cerrato è un’ira di Dio ed al 56’ colpisce il palo dopo uno scambio con Di Paola. Neanche due giri di lancette e lo stesso numero 10 viene atterrato in area da Rinaldi. Per l’arbitro non ci sono esitazioni, così che viene concesso il rigore che Di Paola sigla, togliendosi di dosso la sventura e realizzando la sua prima marcatura ufficiale in maglia neroazzurra (58’). Il Gladiator è sulle ali dell’entusiasmo, in virtù di un “Piccirillo” festante e caloroso con cori di sostegno. Così si butta in avanti ed al 62’ guadagna un nuovo rigore per la “parata” con le mani del difensore Bianco sul tiro a colpo sicuro di Giuseppe Cerrato. L’arbitro estrae il secondo cartellino giallo e conseguente rosso per il terzino sinistro granata ed assegna il rigore che Spilabotte concretizza: anche lui come Di Paola si libera dall’incantesimo negativo e festeggia con i suoi tifosi. La Puteolana è in tilt completo, così Cerrato ruba palla ad un difensore ed arrotonda il punteggio con un diagonale imprendibile. Doppietta per l’attaccante napoletano, al quinto segno tra campionato e Coppa Italia (65’). Anche Di Pietro prova a sbloccarsi ma il suo tiro sfiora l’incrocio dei pali al 69’. Il Gladiator rischia di dilagare ancora, infatti all’82’ il palo frena l’urlo del sammaritano Vincenzo Capobianco, ad un passo dal goal. La Puteolana 1902 tenta di segnare almeno il goal della bandiera, ma la traversa di Castagna dà il senso della giornata storia dei flegrei. Al triplice fischio è enorme l’entusiasmo del “Piccirillo” che applaude i gladiatori.

Tabellino: GLADIATOR-PUTEOLANA 1902 = 4-0 (parziali: 1-0; 3-0)

GLADIATOR: De Lucia, Landolfo (73’ Bottigliero), Lombardi, Vitiello (87’ Canale), Caccia, Viglietti, Di Paola, Pesce (66’ Celio), Spilabotte, Cerrato (80’ Capobianco), De Rosa (46’ Di Pietro). In panchina: Merola, Manzi, Andreozzi, Zawko. Allenatore: Giovanni Sannazzaro

PUTEOLANA 1902: Marino, Canzano, Bianco, Loiacono (46’ Serrano), Liccardi (4’ D’Adamo), Rinaldi, Manna (63’ Fammiano), Gargiulo, Roghi, Puccinelli, Castagna (87’ Catalano). In panchina: Salineri, Spavone, Spurio, Vasapollo, Illiano. Allenatore: Francesco Troise

RETI: 41’ Cerrato (G), 58’ Di Paola su rig. (G), 62’ Spilabotte su rig. (G), 65’ Cerrato (G)

ARBITRO: Michele Palomba della sezione di Torre del Greco (assistenti: Raffaele Cecere di Caserta e Francesco Balzano di Torre del Greco)

NOTE: Ammoniti: Canzano, Rinaldi (P). Angoli: 5-2. Fuorigioco: 2-1. Espulso: Bianco (P). Recupero: 2 nel primo tempo; 3 nelsecondo tempo. Spettatori: 700

AREA COMUNICAZIONE & UFFICIO STAMPA A.S.D. GLADIATOR 1924

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.