Il Casoria non perdona un Gladiator impreciso: al ritorno al “Piccirillo” serve il ribaltone per la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia

0 432

CARDITO – Inizia in salita il doppio confronto col Casoria, valevole per i quarti di finale di Coppa Italia. Gladiator battuto 2-0 a Cardito e nel match di ritorno servirà una grande rimonta per centrare la semifinale. Un risultato che sta stretto ai ragazzi di Sannazzaro, bravi a creare tante palle gol ma imprecisi negli ultimi metri. A rendere ancora più amaro il pomeriggio è stato l’infortunio a Viglietti che nelle prossime ore si sottoporrà agli esami strumentali per capire l’entità del problema. Ora i sammaritani devono presto ricaricare le batterie e prepararsi per il match di campionato contro il Real Forio, in programma domenica alle 14.30 allo stadio “Mario Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere.

PRIMO TEMPO. Buon avvio degli ospiti che si rendono pericolosi sia con Pesce (9’) che con Di Paola (19’). Primo intervento di Merola al 24’ quando devia in angolo un insidioso pallone su colpo di testa di Incoronato. Il Gladiator è padrone del campo, detta il ritmo col Casoria rintanato nella propria metà campo. Grandi proteste al 27’ da parte dei neroazzurri. Di Paola devastante sulla fascia destra, arriva sul fondo e crossa in direzione di Canale: il primo tiro è ribattuto e poi va in rovesciata Pesce. Petrarca salva sulla linea e agevola l’uscita di Maiellaro che blocca la palla. I calciatori neroazzurri protestano per chiaro passaggio al portiere ma l’arbitro lascia proseguire. Dall’altra parte alla prima occasione i viola passano con Incoronato lesto ad anticipare il diretto marcatore e battere in ribattuta Merola nonostante un primo prodigioso intervento dell’estremo difensore (34’). Immediata replica di Spilabotte che ha la grande occasione per pareggiare ma da posizione invidiabile spedisce a fil di palo. Si torna negli spogliatoi con il punteggio di 1-0.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa Sannazzaro inserisce Cerrato ed è costretto a fare a meno di Viglietti dopo sette minuti della ripresa. Il raddoppio lo sigla Ioffredo di testa su preciso cross dalla destra di Di Fusco. E’ una rete che taglia le gambe agli ospiti capaci comunque di creare un paio di buone occasioni con Cerrato e Di Paola. Girandola di cambi da parte dell’allenatore neroazzurro, ma la difesa locale si oppone sempre. L’ultimo brivido arriva al 92’. Il passaggio di Cerrato sfila in area, purtroppo nessun calciatore neroazzurro riesce a deviare in rete. Il risultato non si sblocca più e il Casoria di Ciro Amorosetti mette un primo mattone sulla qualificazione alle semifinali.

Tabellino: CASORIA-GLADIATOR = 2-0 (parziali: 1-0; 1-0)

CASORIA: Maiellaro, Barra (78’ Diana), D’Onofrio, Di Fusco (74’ Cafaro), Petrarca, Esposito, Siciliano (86’ Spoleto), Valoroso, Incoronato (77’ Lepre), Gioielli (55’ Foti), Ioffredo. In panchina: Orvetto, Mazzone, Fall, De Micco. Allenatore: Ciro Amorosetti

GLADIATOR: Merola, Landolfo, Rosanova (72’ Andreozzi), Vitiello, Viglietti (60’ De Rosa), Manzi, Di Paola, Pesce (80’ Celio), Spilabotte, Canale (76’ Romagnoli), Zawko (48’Cerrato). In panchina: Di Maggio, Montano, Caccia, Capobianco. Allenatore: Giovanni Sannazzaro

RETI: 34’ Incoronato (C), 62’ Ioffredo (C)

ARBITRO: Francesco Crispino della sezione di Frattamaggiore (assistenti: Giovanni Di Meglio ed Aldo Marletta di Napoli)

NOTE: Ammonito: Di Fusco (C). Recupero: 0 nel primo tempo; 4 nel secondo tempo. Spettatori: 200 circa

AREA COMUNICAZIONE & UFFICIO STAMPA A.S.D. GLADIATOR 1924

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.