Question Time di martedì 12, Speranza per Caserta presenta quattro interrogazioni

0 104

Nuovo appuntamento con il “Question Time” comunale, martedì 12 febbraio alle 16.00: soltanto sei le interrogazioni all’ordine del giorno, di cui quattro portano la firma di consiglieri di Speranza per Caserta (ciascun consigliere può presentarne due per ogni sessione). La capogruppo Norma Naim chiederà spiegazioni su un bando per voucher nidi e micronidi per bambini 0-36 mesi relativo allo scorso anno, che ebbe una scarsissima partecipazione da parte delle famiglie casertane, e che poi non vide neanche ottenere il finanziamento, a causa di gravi inadempienze amministrative del Comune di Caserta. Il secondo “question” della consigliera verterà invece su uno dei tanti problemi dell’appalto per la sosta a pagamento, ed in particolare su alcuni stalli palesemente irregolari che fanno bella vista di sé in città. Il consigliere Apperti sposterà l’attenzione sul verde pubblico, dopo gli eventi di fine 2018 quando l’amministrazione era sul punto di abbattere 160 alberi in città, prima che una vera e propria sollevazione popolare facesse sospendere la procedura. “Ma prima che l’attenzione sul tema cali di nuovo pericolosamente – spiega Apperti – è bene chiedere innanzitutto se le tre determine di abbattimento siano state revocate o siano ancora valide, e poi se l’amministrazione si sia attivata per l’approvazione di un “piano del verde” che incredibilmente manca ancora a Caserta”. La seconda interrogazione dell’ex candidato sindaco di Speranza riguarderà la strada di collegamento tra via Volta e via Carcas Regnaud, che potrebbe risultare un importante alternativa viaria per alleggerire il traffico tra via Ferrarecce e San Benedetto. “L’opera sarebbe vantaggiosa – commenta il consigliere– ma c’è bisogno di fare luce su alcuni aspetti controversi dell’iter procedurale, che nasce ormai cinque anni fa con Del Gaudio, come ad esempio i costi che sono quintuplicati per la necessità di mettere in sicurezza una parete della cava di tufo sottostante. Come sempre – conclude Apperti– speriamo che l’orario pomeridiano favorisca una buona partecipazione popolare”.

Caserta, 10 febbraio 2019

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.