Napoli. Alla Federico II al via il primo Master Interunivesitario della Corruzione e della Criminalità Organizzata

0 1.189

NAPOLI – Ognuno di noi, da quando ha iniziato a comprendere le notizie del nostro territorio, ha preso consapevolezza della realtà difficile che mortifica la nostra regione, ovvero quella della criminalità organizzata.

Per mantenere viva la speranza in un futuro migliore, ma anche per formare una classe dirigenziale e giudiziaria consapevole delle azioni volte a contrastare questo cancro, a Napoli presso l’Università “Federico II” è stato attivato il primo Master Interuniversitario di II livello in “Analisi, Prevenzione, Contrasto della Criminalità Organizzata e della Corruzione – APC”.

Il percorso di studi è nato dalla collaborazione tra l’Università di Pisa (sede amministrativa del Master), l’Università di Palermo, l’Università di Torino, e l’Associazione “Libera”. Si tratta del primo esperimento accademico volto alla formazione specifica dei professionisti del settore sulle tematiche che fanno da sfondo alla lotta alla criminalità organizzata ed alla corruzione. Il Master, che ha durata annuale, si basa su ben 320 ore di lezioni frontali con oltre sessanta relatori; oltre a ciò sono previsti tirocini che serviranno allo studente per l’elaborazione della tesi.

In tale progettualità rientra anche il Master in “Analisi dei fenomeni di Criminalità Organizzata e Strategie per il riutilizzo Sociale dei Beni confiscati ACORS”, attivo dal 2012. La sede di Napoli, in particolare, tratterà il tema del riuso sociale e istituzionale dei beni confiscati, tutte materie che hanno riscontrato enorme successo negli anni passati, riconfermandolo, grazie al numero degli iscritti e alle borse di studio messe a disposizione, anche quest’anno. Uno degli appuntamenti più importanti è sicuramente quello del 10 Maggio dalle 09:00 alle 13:00 con la conferenza del Dott. Gianluca Casillo, relatore del Master, Custode Giudiziario e Consulente della Direzione Distrettuale Antimafia, dal titolo “Gestione di un’azienda sequestrata alla criminalità organizzata. Riflessioni tra previsioni normative e dati esperienziali” che avrà sicuramente un impatto formativo importante proprio per le caratteristiche del nostro territorio.

Un percorso innovativo quello dei due master che si pone la nobile finalità di formare i nuovi professionisti della nostra regione e che, grazie all’esperienza del percorso, potranno sicuramente influire positivamente nel grado di benessere sociale e giudiziario della nostra terra.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.