Napoli. Premio Vesuvio Verde: insigniti i vincitori di questa edizione

0 22

NAPOLI – Si è tenuta domenica presso la Mostra d’Oltremare, nel corso della Fiera del Baratto e dell’Usato, la cerimonia di consegna dei premi “Vesuvio Verde” 2019 per la salvaguardia dell’ambiente. Hanno ricevuto il riconoscimento, organizzato da Bidonville e dai Verdi, Antonio Miccio, direttore dell’Area marina protetta “Regno di Nettuno”, per essersi fatto carico dello smaltimento del materiale di risulta raccolto dai pescatori, norma divenuta poi nazionale, Vincenzo Borrelli, amministratore della società S.I.R.E. Ricevimenti d’Autore, per aver bandito l’uso della plastica nelle attività di catering, l’Istituto Comprensivo De Filippo-Vico di Arzano, per le iniziative a sostegno dell’ambiente che hanno coinvolto l’intero corpo studentesco, e Giacomo Pascale, sindaco di Lacco Ameno, in rappresentanza dei sindaci e dei cittadini dell’isola di Ischia per aver bandito l’uso della plastica nei loro territori. I premi sono stati consegnati dagli esponenti dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, Marco Gaudini, Fiorella Zabatta, Lello Caiazza, Vincenzo Peretti, Gigi Esposito e dall’ l’organizzatore dell’evento di Bidonville Augusto Lacala. I premiati hanno ricevuto una riproduzione del Vesuvio realizzata dall’artista del riciclo Salvatore Iodice insieme ai ragazzi che frequentano i laboratori di Miniera. “L’edizione 2019 del premio – spiega il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – ha avuto come trend topic il concetto di plastic free. Abbiamo inteso premiare coloro che si sono distinti nella lotta alla dispersione della plastica nell’ambiente per dare un segnale forte circa l’attualità del problema. Speriamo vivamente che il loro esempio possa essere seguito. Purtroppo i livelli di inquinamento non ci permettono di procrastinare. Occorre un’inversione di tendenza anche sul piano politico. Mi ha fatto molto piacere vedere premiati gli alunni della scuola ‘De Filippo-Vico’ che, seguendo l’esempio di Greta Thunberg, si sono impegnati in una serie di iniziative a sostegno dell’ambiente”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.