Caserta. Speranza interroga l’Amministrazione sulle bonifiche dei tetti in amianto

0 353

Sulla pericolosità dell’amianto, soprattutto se utilizzato per coperture esposte per anni ed anni alle intemperie, purtroppo si sa ormai tutto. Sarebbe quindi grave che grandi superfici di eternit continuino a fare bella mostra di sé nei centri abitati, ed ancor più grave se l’amministrazione comunale non ne sia a conoscenza, tanto da non rispondere a bandi per finanziamenti indirizzati proprio alle bonifiche da amianto. Eppure, sembrerebbe che sia successo proprio questo.

Il 22 febbraio 2017 – si legge nell’interrogazione consiliare presentata dai consiglieri Naim ed Apperti– il Gruppo Consiliare “Speranza per Caserta” ha inviato una email all’allora dirigente competente per materia, Marcello Iovino, e per conoscenza al Sindaco Marino, all’Assessore Pontillo e all’allora Assessore Federico”. Nel messaggio si invitava l’Ente a partecipare, entro i termini stabiliti, all’Avviso Pubblico del Ministero dell’Ambiente, finalizzato agli interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto”. Poche ore dopo, l’allora dirigente rispondeva di essere a conoscenza dell’Avviso, ma che non risultavano  edifici pubblici contaminati da amianto.

Ebbene, sembrerebbe proprio il contrario: in piazza Ruggiero, di fronte all’entrata secondaria del Palazzo Municipale, alle spalle del Palazzo de Franciscis, insiste un edificio – che a detta dei residenti dei palazzi adiacenti sarebbe di proprietà comunale – non visibile all’esterno, caratterizzato dalla presenza di lastre di amianto ondulate per oltre 1 Kmq. Con l’interrogazione presentata, quindi, Speranza per Caserta intende far chiarezza sulla effettiva proprietà dell’immobile, e soprattutto chiede di sapere “se l’Amministrazione intenda partecipare al prossimo Bando regionale per l’annualità 2019, per l’erogazione di contributi a beneficio di Enti pubblici per interventi di bonifica di materiali contenti amianto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.