Il jazz nella Cappella della Reggia di Caserta apre il week end di ‘Suggestioni borboniche’

Emozioni e suggestioni borboniche nel sito Unesco Doppio appuntamento nel fine settimana: concerto jazz nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta, musica e narrazione in costume d’epoca al Parco della memoria storica di S. Pietro Infine

0 99

Dopo il successo del primo appuntamento all’Acquedotto carolino, tornano questo fine settimana gli eventi organizzati nell’ambito del progetto “Comunicare il sito Unesco e i musei del territorio: identità visiva e presenza on line – Emozioni e suggestioni borboniche, musiche, storie, giochi e sapori nel sito Unesco di Caserta e nei musei del territorio”.

Sabato 14 settembre, a partire dalle 10.30, nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta si terrà la jazz session di “Americani a corte”, a cura dell’Associazione Feelix. La Liberty Dixie Band si esibirà nell’esecuzione di standards di jazz americano. L’iniziativa evocherà il panorama sonoro vissuto a Palazzo reale negli ultimi anni della Seconda guerra mondiale. La Reggia di Caserta fu, infatti, vittima e protagonista di quel periodo: nel settembre del 1943 proprio la Cappella Palatina fu notevolmente danneggiata dai bombardamenti degli aerei tedeschi; il 29 aprile del 1945 nella Sala di Astrea fu firmata la resa incondizionata delle forze nazifasciste in Italia.

La partecipazione all’evento rientra nel costo ordinario del biglietto di ingresso alla Reggia di Caserta.

Domenica 15 settembre, dalle 16.30 alle 18.30, la location sarà invece il Parco della Memoria storica di San Pietro Infine, membro del Sistema museale Terra di Lavoro. Nel borgo, distrutto nel 1943 nel corso delle cruenti battaglie del secondo conflitto mondiale, andrà in scena la narrazione in costume settecentesco “Quanno lu re Borbone ce facette la grazia” a cura dell’associazione Iter memoriae. Attraverso il racconto si ripercorreranno le diverse visite dei sovrani borbonici a San Pietro Infine e le dinamiche della vita quotidiana del borgo.

Seguirà il concerto “Tra corte e piazza nella Napoli borbonica” eseguito dalla Cappella Vocale e Strumentale “I Musici di Corte”. Il repertorio in programma alternerà brani di sapore, tradizione o ispirazione popolare in lingua napoletana a musiche colte che, in qualche caso, assorbirono e rielaborarono quella cultura.

A conclusione “A tavola col re Borbone”, verrà offerto un buffet di cibi storici, a cura dell’Associazione Culturale Tempo di festa, per riscoprire le pietanze tipiche dell’epoca borbonica pescando nei celebri ricettari di Corrado e Cavalcanti.

La partecipazione agli eventi nel Parco della Memoria storica è gratuita.

Il progetto “Comunicare il sito Unesco e i musei del territorio: identità visiva e presenza on line – Emozioni e suggestioni borboniche, musiche, storie, giochi e sapori nel sito Unesco di Caserta e nei musei del territorio”, finanziato a valere sui fondi 2017 legge 20 febbraio 2006 n.77, “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella lista del patrimonio mondiale, posti sotto la tutela dell’Unesco”, nasce dalla collaborazione tra la Reggia di Caserta e il Comune di Caserta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.