Cgil, Cisl e Uil promuovono la Rete provinciale contro la violenza di genere

0 71

Anche quest’anno, il 25 novembre, CGIL CISL e UIL di Caserta  celebrano la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

I dati sono implacabili, la violenza sulle donne non accenna a diminuire: ogni giorno in Italia 88 donne sono vittime di atti di violenza, una ogni 15 minuti. Questi avvengono in tutti i contesti in cui si articola il nostro vivere civile, da quello familiare a quello sociale, dalla politica ai luoghi di lavoro e soprattutto nei luoghi della precarietà.

La violenza nei confronti delle donne è una violazione dei diritti umani che necessita, per essere debellata, di una vera rivoluzione culturale che renda tutti consapevoli della gravità del fenomeno e che mai porti alla sua minimizzazione e alla colpevolizzazione delle vittime. Una rivoluzione  che passi per l’istruzione, la politica, le istituzioni, le associazioni, i territori e che si concretizzi in azioni concrete a tutti i livelli.

Per questo, CGIL CISL UIL di Caserta insieme ai loro coordinamenti donne, propongono nella giornata del 25 novembre un’azione di prevenzione e contrasto da sviluppare sull’intero territorio provinciale con un efficace coordinamento tra tutte le Istituzioni pubbliche e private che si occupano di informazione, prevenzione e lotta al fenomeno della violenza di genere, nonché al sostegno delle vittime. CGIL, CISL, UIL  di Caserta promuovono la costituzione della “Rete provinciale contro la violenza di genere”, richiamando le istituzioni del territorio ad un’assunzione di responsabilità sul tema.

La rete è finalizzata all’analisi del fenomeno e all’implementazione di azioni di contrasto alla violenza di genere sul territorio della provincia di Caserta, nonché ad attività di prevenzione, formazione e informazione, tese a diffondere tra tutte le fasce della popolazione la cultura della legalità e del rispetto delle donne. La rete vuole infine garantire effettiva ed efficace operatività a tutti i servizi a supporto delle donne, dei minori e delle persone che hanno subito violenza o maltrattamenti per motivi di genere.

“La giornata di oggi non può fermarsi a una celebrazione – dichiarano congiuntamente Matteo Coppola, Giovanni Letizia, Antonio Farinari segretari generali di CGIL, CISL e UIL Caserta – il 25 novembre deve essere un momento di continuità e riaffermazione  del lavoro quotidiano che come organizzazioni sindacali ogni giorno compiamo per la difesa dei diritti. È necessario che tutti facciano la propria parte e ci aspettiamo, da parte delle istituzioni territoriali, massimo impegno nella costituzione e nel sostegno della nascente “Rete provinciale contro la violenza di genere””.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.