Il Savoia batte il Giugliano in una partita bellissima, ma che macchia il gol annullato ai tigrotti

0 161

Il regolamento parla chiaro e oggi bisogna necessariamente partire da qui, dal regolamento, la cosa più semplice che ci sia. A questo vogliamo aggiungere due episodi che sono geograficamente vicini a noi e che sicuramente arrivano alla mente dei lettori con più facilità: Napoli-Psg, Callejon in fuorigioco sfrutta la svirgolata di Thiago Silva che poi lo travolge per recuperare la palla causando il rigore per il Napoli poi trasformato da Insigne. Ancora più simile, l’autogol di Koulibaly allo Juventus Stadium che ha sancito il 4-3 della Juventus nonostante il fuorigioco di Bonucci. Entrambe le scelte, regolamento alla mano, sono state giuste. Quella di oggi no, tant’è che nel video si evidenzia come Coppola, portiere del Savoia, non va a protestare con l’arbitro (che aveva assegnato il gol), ma va verso il difensore autore del gol.

Purtroppo l’episodio ha condizionato una partita altrimenti bellissima, di altra categoria sia per cornice di pubblico che per calcio mostrato. Un primo tempo a fortissime tinte bianconere, con il Savoia che domina fisicamente il Giugliano e che trova la rete con Rondinella su calcio piazzato.

Nella ripresa il Giugliano prende il dominio del gioco ed il Savoia è pericoloso solo in occasione del rigore fallito da Cerone, ma si salva clamorosamente su colpo di testa di Caso Naturale grazie ad una prodezza di Coppola.

La partita è stata vivace, divertente, giocata a grandi ritmi, con giocatori importanti in campo che si sono sacrificati per le proprie maglie, peccato solo per quell’episodio…

Tabellino

Savoia (3-5-2): Coppola (’99), Dionisi, Guastamacchia, Poziello; Rondinella (’01), Tascone (’00) (dal 42’st Mancini), Gatto Osuji, Oyewale; Cerone (dal 40’st Giunta), Diakitè (dal 22’st Scalzone). A disp.: Prudente (’01), Giunta (’99), Romano, Cavucci (’02), Mancini (’02), Riccio (’99), Scalzone, Peluso (’01), Paudice (’01). All.: Parlato Carmine.

Giugliano (4-3-3): Mola (’99), Micillo (’00), Carbonaro, Di Girolamo, Mennella (’01); Capone (’00) (dal 2’st Orefice), Liccardo (dal 44′ Bacio Terracino), Tarascio; Alvino (dal 23’st Ruggiero), De Vena, Caso Naturale. A disp.: Simoncelli (’01), D’Ausilio (’01), Impagliazzo, Colombatti, Riccardis (’02), Bacio Terracino, Ruggiero, Orefice (’00), Manzo. All.: Agovino Massimo.

Arbitro: De Angeli di Milano.

Spettatori: 2.500 (di cui 400 da Giugliano) Ammoniti: Rondinella (Sa), Micillo (Gi), Caso Naturale (Gi), Liccardo (Gi), Dionisi (Sa), Coppola (Sa)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.