Casagiove (Caserta). S. Antonio di Padova al tempo del Covid19: da festa popolare a festa della provvidenza e della solidarietà

0 848

Casagiove (CE) – Il famigerato “Corona virus”, con le conseguenti pandemia e quarantena, ha messo in ginocchio oltre ai diversi comparti sociali, anche quello culturale e religioso legato alle Feste Popolari, diffusissime durante il periodo estivo in tutto il Meridione della Penisola. Le conseguenti “restrizioni” dovute appunto al virus, hanno si bloccato le Feste Popolare dedicate per la maggior parte al culto verso la Madonna e i Santi, ma, allo stesso tempo hanno fatto riflettere intensamente sul fatto che le Feste non devono ridursi ai soli momenti ludici e folcloristici, ma anche ad occasioni privilegiate di evangelizzazione e di attività tese al bene della comunità e dei più indigenti. E’ il caso, quest’ultimo, della comunità parrocchiale di Santa Croce in Casagiove, guidata dal suo parroco don Lorenzo Maggetto, il quale, insieme ai membri del Comitato Festeggiamenti in onore di Sant’Antonio di Padova, hanno deciso di dare alla comunità cittadina casagiovese, un forte segnale di speranza e di solidarietà, attuando il messaggio evangelico divulgato dal Grande Taumaturgo Sant’Antonio di Padova. Nessuna festa “esterna” sarà celebrata quest’anno, ma una festa del “cuore”, cercando di andare, soprattutto grazie all’aiuto dei fedeli, incontro alle esigenze spirituali e materiali dei più sfortunati, coloro che incessantemente esclamano: “Carità!”.

La lettera redatta da don Lorenzo Maggetto insieme col Comitato Festeggiamenti

PARROCCHIA DI S. CROCE CASAGIOVE (CE) COMITATO FESTEGGIAMENTI S. ANTONIO DA PADOVA 13 Giugno 2020, festa liturgica di S. Antonio FESTA DELLA PROVVIDENZA E DELLA SOLIDARIETA’

Fedeli carissimi devoti di S. Antonio, vi salutiamo tutti nel Signore! Quest’anno 2020 non sono permesse “feste esterne” in onore dei Santi. Rimane la possibilità della festa liturgica. A quanti ci leggono facciamo una proposta. Invitiamo tutti i devoti del Santo di Padova a donare le tradizionali offerte, come sempre, perchè la festa in onore del “padre dei poveri”, così definito e invocato nella preghiera, sia LA FESTA DELLA PROVVIDENZA E DELLA SOLIDARIETA’ Ogni anno le offerte sono serviteper il culto liturgico, per le serate del Sabato, Domenica e Lunedi, per la banda musicale, manifesti, fuochi, illuminazione, SIAE, IVA e varie: tutte scelte belle e necessarie per mantenere vive le tradizioni popolari che favoriscono la devozione ai nostri santi glorificando la Trinità Santissima perchè i santi ci insegnano che al primo posto nella nostra vita dobbiamo mettere il Signore. Nella prima preghiera della TREDICINA ci rivolgiamo a S. Antonio pregandolo: “Glorioso Taumaturgo…. accetta l’obolo della nostra carità, soccorrici nei nostri bisogni sia spirituali che materiali, e dal cielo implora su di noi le più elette benedizioni”. Sul significato di questa preghiera abbiamo pensato quest’anno di trasformarele offertein Festa della Provvidenza e della solidarietà, sostenendo famiglie della parrocchia che si trovano in difficoltà (collaborando parzialmente per eventuali bollette, affitti, alimentari, restauri alla Congrega e altre esigenze…). Se tutti siamo convinti di questa iniziativa, S. ANTONIO quest’anno avrà per tutti i suoi devoti un sorriso e una carezza particolare. A quanti risponderanno a questo invito per “celebrare” la FESTA DELLA PROVVIDENZA E DELLA SOLIDARIETA’ , diciamo grazie fin da ora. In attesa del vostro riscontro positivo e concreto, salutiamo tutti. A tutti i devoti di S. ANTONIO DI PADOVA .In attesa del vostro riscontro positivo e concreto, salutiamo tutti. Il Comitato Festeggiamenti

09 Giugno 2020

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.