Caserta è città di aviatori

Collocata una deriva di un velivolo AMX alla rotonda di Viale Carlo III, all’incrocio con Viale della Libertà, a suggello del legame unico fra la città e l’Aeronautica Militare

1 144

Caserta, 30 luglio 2020 –  “A Caserta, città di aviatori, in memoria dei suoi caduti dell’Aeronautica Militare per difendere l’Italia e i suoi cieli”. E’ questa la dedica che è possibile leggere, sulla deriva del velivolo AMX collocata, nella prima mattinata di giovedì 30 luglio 2020, a Caserta, sulla rotonda di Viale Carlo III, all’incrocio con Viale della Libertà.

Al disvelamento del cimelio erano presenti il sindaco della città di Caserta, Carlo Marino e il Comandante della Scuola Specialisti, Col. Nicola Gigante con una delegazione di personale della storica scuola casertana, oltre al Gen. (R)  Elia Rubino, Presidente dell’Associazione Arma Aeronautica – Sezione di Caserta con alcuni soci e il sig. Donato Zitiello, amministratore unico della Lamiere S.r.l. che ha contribuito a titolo di gratuita collaborazione, con propri mezzi e maestranze, a collocare la deriva sulla rotonda.

La città di Caserta è da sempre terra di aviatori, oltre ad aver dato i natali al Gen. Giulio Douhet, teorico del potere aereo, cui è intitolato il tratto di viale con la Scuola Specialisti, essa ha ospitato l’Aeronautica Militare fin dalla sua costituzione, quando nel 1926 accolse – nel Palazzo Reale del Vanvitelli – l’allora Regia Accademia Aeronautica, dopo appena 3 anni dalla costituzione dell’Aeronautica Militare come Forza Armata autonoma. Dopo i tragici eventi della 2^ guerra mondiale, il 1° ottobre del 1948, venne ricostituita presso la città di Caserta, la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare che ancora oggi è un vanto per la città e i suoi cittadini.

Il posizionamento di questa deriva del velivolo a jet AM-X GHIBLI, rinsalda quindi simbolicamente lo speciale rapporto che lega indissolubilmente l’Aeronautica Militare con i cittadini e le Istituzioni del territorio casertano che la ospita da quasi 100 anni, ed è stata collocata proprio a rendere concreta testimonianza di questo rapporto, degli ideali del volo e della vicinanza della città alla Forza Armata per onorare i suoi caduti.

La cura di questo cimelio è affidata all’Associazione Arma Aeronautica – Sezione di Caserta  che ha collaborato alla realizzazione dell’iniziativa. Essa si adopererà con la passione dei suoi soci affinché la deriva, cosi come in volo imprime decisamente la rotta ad un aereo, possa, con pari incisività, trasmettere a tutti gli uomini di buona volontà,  un messaggio di pace, di coesione e di speranza per  un futuro migliore.

***

La deriva è la parte anteriore fissa dell’impennaggio verticale di un aeroplano. La sua funzione principale è quella di garantire la stabilità direzionale dell’AM-X che è un aereo monomotore da attacco e ricognizione, disponibile anche nella versione biposto da addestramento avanzato (AMX-T), ancora in dotazione all’Aeronautica Militare, frutto della collaborazione industriale tra Italia, con Alenia, le cui attività sono poi confluite in Leonardo S.pA., e Brasile, con Embraer.

L’AM-X è in grado di svolgere missioni di supporto ravvicinato, ricognizione tattica ed aerocooperazione con le forze di superficie (terrestri e navali). Il velivolo è dotato di un impianto per il rifornimento in volo e, grazie al sistema avionico in dotazione, è in grado di svolgere missioni ognitempo.

***

La Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare, con sede a Caserta, è un Istituto militare di istruzione per le attività di formazione basica iniziale, formazione tecnica specialistica, addestramento, aggiornamento, specializzazione, qualificazione e ricondizionamento del personale dell’Aeronautica Militare, delle Altre Forze Armate, Corpi Armati e non dello Stato, nonché di personale di Forze Armate estere. Dipende gerarchicamente dal Comando Scuole A.M./3^ Regione Aerea di Bari.

1 Commento
  1. Ciro dice

    Sanno solo inaugurare e poi a 50 metri alle loro spalle c’è un parcheggio selvaggio sui giardinetti, più volte segnalato ma nessuno interviene, hanno distrutto tutto il verde, ora c’è solo polvere…. VERGOGNATEVI, fate qualcosa di concreto ogni tanto….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.