Amministrative, il candidato consigliere Ferdinando Illiani sceglie “Casagiove nel Cuore”: con D’Angelo auspico un rinnovamento della città

0 112

Casagiove da 25 anni è divenuta la mia casa ed è qui che sono diventato un giovane imprenditore che ha cercato di crescere professionalmente, nonostante le difficoltà di ogni giorno”.

Si rivela così Ferdinando Illiani, di origini napoletane e volto noto della comunità casagiovese, che sin dal principio ha lavorato con passione vivendo tra la gente di Casagiove. Cittadina in cui riconosce grandi potenzialità e che si degna di voler rappresentare candidandosi alla carica di consigliere comunale affiancando il leader di “Casagiove nel Cuore”, Danilo D’Angelo.

«Per sostanziare il mio impegno agli elettori mi tocca fare un piccolo passo indietro. Ricordo che politicamente non mi sono arreso quando per incompatibilità di vedute ho scelto di non essere consigliere di una gestione “sindacocentrica”, senza mai nascondere la delusione che ho provato nell’attimo in cui mi sono reso conto di aver creduto alla vacuità delle parole che profilavano un cambiamento.

Ma ho preferito sedere coerentemente tra le file dell’opposizione. Dopo anni e una serie di accadimenti con più consapevolezza scelgo di ripropormi alla scena politica casagiovese, forte di aver compreso le maglie complesse di un’amministrazione locale e ricco di un’esperienza che mi ha permesso di capire cosa vuol dire oggettivamente “rappresentare”.

Tre anni intensi in cui mi sono reso conto che il primo a morire é stato il dialogo interpartitico e con esso la comunione di intenti. Con Danilo D’Angelo, pater del gruppo “Casagiove nel Cuore“, mi candido come consigliere comunale abbracciando il sogno di vedere una città all’altezza del suo più illustre trascorso storico, una città a favore delle politiche comunitarie e non elitarie, una città vivibile e fruibile, una città in cui tutti possano trovare uno spazio di espressione e di realizzazione, una città da poter lasciare alle prossime generazioni che oggi non trovano respiro.

Io ce la metterò tutta per dare democraticamente il mio concreto contributo e mi sento di ringraziare i cittadini che decidono di sostenermi recandosi alle urne il prossimo 20 e 21 settembre, i soli che hanno il potere di decidere un vero rinnovamento».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.