Casagiove (Caserta). Festa patronale: “cittadini corresponsabili” sulla scia di San Michele Arcangelo, colui che sconfisse il male

0 370

Casagiove (CE) – Quest’anno, purtroppo, la celebrazione in onore del Santo Patrono della città, l’Arcangelo san Michele, a causa delle restrizioni prodotte dal Corona virus, non ha avuto quel tocco di solennità in più. Tuttavia però, nonostante non si sia svolta la tradizionale processione con il simulacro del Santo Protettore lungo le principali strade cittadine, non è mancato il momento liturgico per eccellenza: la celebrazione della Santa Messa per la comunità civile casagiovese. Da diversi anni, infatti, il parroco don Stefano Giaquinto intende dedicare la festa patronale del 29 settembre, alla intera comunità cittadina, rappresentata dalle Autorità comunali. Per il nuovo sindaco di Casagiove, Giuseppe Vozza, è stata infatti la prima “uscita” ufficiale con indosso la fascia tricolore e la presenza in elegante uniforme degli agenti della Polizia Municipale di picchetto ai lati del Gonfalone con lo stemma comunale, simbolo della città. Il primo cittadino Giuseppe Vozza, al termine della santa messa, ha donato l’olio che, tramite la fiammella arderà per tutto l’anno vicino la sacra immagine di San Michele, all’interno dell’omonima chiesa parrocchiale. Questo commovente gesto, compiuto dal sindaco, vuole in qualche modo simboleggiare la città che si affida alla potente intercessione del “Principe delle milizie celesti”, colui che scaraventò Lucifero negli abissi: san Michele Arcangelo, l’esempio più eclatante della vittoria del bene sul male. Durante la santa messa, sia il parroco, sia il sindaco, hanno fatto riferimento alla “corresponsabilità”, e cioè invitando tutti i cittadini a dare il proprio contributo, specialmente morale, per poter rendere Casagiove una cittadina migliore, sull’esempio dei santi compatroni: l’Arcangelo san Michele colui che ci indica la strada verso la verità, la giustizia e il bene, san Vincenzo dé Paoli il dolce “vecchierello” che sprona i suoi devoti ad amare ed onorare Dio attraverso ogni azione che si svolge durante la propria esistenza, e a soccorrere spiritualmente e materialmente tutti coloro che gridano “Carità!”.

(Foto di Giuseppe Paolino)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.