Inaugurata alla Rocca la mostra dedicata al Maestro Milo Manara

0 121

Inaugurata stamani nella sede della Provincia di Benevento presso le Sale espositive della Rocca dei Rettori di Benevento, la grande mostra antologica “Nel Segno di Manara” dedicata al Maestro Milo Manara.

Per l’evento, promosso da Comicon Extra, con il patrocinio della Regione Campania e l’apporto della Società in house Sannio Europa, erano presenti: il Presidente della Provincia Antonio Di Maria, il Consigliere regionale Luigi Abbate, il Consigliere provinciale Giuseppe Bozzuto, l’assessore comunale Carmen Coppola, intervenuta in rappresentanza del sindaco Clemente Mastella, il dirigente della Regione Campania per le politiche culturali e il turismo, Rosanna Romano, il direttore di produzione di Comicon Extra, Carlo Cigliano, l’amministratore unico di Sannio Europa, Giuseppe Sauchella, il Direttore Generale della Provincia, Nicola Boccalone, il Direttore della Sezione Arte contemporanea di Arcos, Ferdinando Creta.

«È, questa di oggi, una data importante, una pagina bella per la Provincia di Benevento, un ulteriore tassello di valorizzazione del nostro territorio che, non sembri superfluo ricordarlo, deve potersi cibare anche di eventi artistici di grande livello come la mostra del maestro Manara». La antologica del grande artista di Luson, ha spiegato Di Maria, vuole essere da parte della Provincia un atto di fiducia verso il territorio dopo il periodo di lockdown, restituendo ai grandi giacimenti culturali della Provincia la propria funzione e consentendo ai visitatori di poter ammirare i tesori custoditi. Il turismo è una delle grandi opzioni di sviluppo del territorio, ha aggiunto Di Maria: «La strada maestra per la rinascita del Sannio resta quella di un Piano strategico complessivo, ove possano prevalere visione e condivisione dei programmi, delle opzioni e degli obiettivi di crescita. La Provincia è chiamata a svolgere una funzione propulsiva, se non di stimolo, per il coinvolgimento dei soggetti pubblici ma anche di quelli privati. Ed è questa la nostra mission. Lo scenario postpandemico assegna una grande possibilità alle aree interne, che possono mettere in campo tutte le loro potenzialità, dall’ambiente all’agroalimentare, passando per i flussi turistici di qualità.  Questo evento — ha concluso il presidente Di Maria — ci dà grande visibilità e per tale ragione lo abbiamo voluto e sostenuto, anche perché ci mantiene sulla carreggiata dello sviluppo sostenibile e ci fortifica nel fare argine a iniziative delle multinazionali che non tengano conto delle vocazioni e delle ambizioni delle realtà territoriali come la nostra, sottodimensionate dal punto di vista demografico ma determinate nel disegnare e delineare in piena autonomia il proprio futuro».

L’amministratore unico partecipata Sannio Europa, Giuseppe Sauchella, nell’illustrare il contributo portato all’evento dalla Società, ha quindi aggiunto: «La cultura al primo posto non è un proclama ma caratterizza nettamente il percorso intrapreso dal presidente Di Maria. Questa mostra è, allo stesso tempo, un punto di svolta, nella fase post Covid19, e un caposaldo delle politiche che la Provincia e “Sannio Europa” perseguono. Sannio Europa — ha continuato — assegna alla personale del maestro Manara un ruolo notevole per proseguire nel suo tracciato aziendale, che è quello di promuovere un inestimabile patrimonio (la Rocca dei Rettori e i suoi ambienti interni ed esterni, il Museo del Sannio, il Chiostro di Santa Sofia, Arcos e l’intera rete museale), un bene comune che può ulteriormente implementare la sua funzione di attrazione e di fruizione da parte di cittadini, visitatori e turisti».

Ha preso quindi la parola l’assessore Coppola: «Il Comune di Benevento è al fianco della Provincia per ogni iniziativa e per ogni evento culturale e promozionale che valorizzi la nostra città. La sinergia istituzionale è per noi un valore assoluto irrinunciabile».

Rosanna Romano, dirigente della Regione Campania, ha dichiarato: «L’emergenza sanitaria, le restrizioni che ancora ci accompagnano non ci hanno impedito di sviluppare iniziative e collaborazioni su tutto il territorio campano. Certo, abbiamo dovuto rimodularle ma non ci siamo mai fermati. In poche parole, non abbiamo vissuto il Covid-19 solo come una minaccia; anzi, in più occasioni lo abbiamo trasformato in un’opportunità da capitalizzare, operando in sinergia con altri enti, come è avvenuto qui a Benevento. La mostra di Manara — ha aggiunto la dirigente — parla il linguaggio dei giovani e degli appassionati, ma può regalare suggestioni a tutti. È, paradossalmente, una cura contro quella sorta di distacco burocratico a cui, spesso, inducono, nella migliore delle accezioni, gli atti della pubblica amministrazione. Qui, invece, si vivono quelle emozioni che gli scenari della pandemia avevano, da un giorno all’altro, cambiato e rivoluzionato. Ed è un risultato di grande rilievo».

Il direttore di produzione Cigliano, nell’illustrare i contenuti della antologica, dopo aver assicurato che è intenzione del Maestro venire in visita a Benevento, ha detto: «Comicon non è solo il mondo del fumetto, bensì è socialità, cultura, sviluppo. Abbiamo dovuto operare dei ripensamenti e apportare delle limitazioni, senza, tuttavia, demordere dall’intento di coinvolgere i territori. «L’ambizione è creare aggregazioni in tutta la Campania, alimentando quel bisogno crescente di creatività, senza trascurare le ricadute e i benefici economici legati a questo ciclo di eventi».

Dopo l’inaugurazione, è seguito una visita alle diverse Sale della Rocca.

L’esposizione si sviluppa infatti su un percorso espositivo di circa 60/70 opere, suddiviso in sette sezioni, che abbraccia sia la produzione a fumetti di Manara per la stampa, il cinema e la pubblicità in oltre 50 anni di carriera. Si tratta di un excursus che va dal suo ultimo fumetto, Il Caravaggio, ai ritratti di Brigitte Bardot, dalle illustrazioni dedicate a Mozart e allo Zodiaco fino alle tavole realizzate con Hugo Pratt. La mostra,  accompagnata dal ricco catalogo Nel Segno di Manara, pubblicato da COMICON Edizioni, resta aperta sino al 29 novembre 2020.

Biglietti (nominativi): Intero: 5,00 € | Gratuito per under 18, over 65 e possessori di abbonamento COMICON 2020 | Gruppi (solo su prenotazione): 2 omaggi ogni 10 paganti. Acquisto online go2.it

Orari: 10:00 – 19:00. Lunedì chiuso

Per tutti i dettagli: www.comicon.it/extra2020

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.