Casagiove nel Cuore: “Fondo di solidarietà vittoria importante per i cittadini. Rammaricati per comportamento dell’assessore Altavilla”

0 664

CASAGIOVE – “Siamo notevolmente soddisfatti dell’esito del consiglio comunale di martedì scorso, nel corso del quale con grande serietà abbiamo posto l’accento sulla correttezza istituzionale che deve adottare un organo comunale come quello che rappresentiamo”. Lo dichiara il gruppo consiliare di Casagiove nel cuore dopo il lunghissimo consiglio comunale. “Al termine del civico consesso riteniamo doveroso esprimere alcune considerazioni che ci proiettano alle prossime settimane di lavoro – proseguono i consiglieri di opposizione -. Il consiglio comunale ha aderito alla nostra proposta di studiare in commissione consiliare l’attivazione di un fondo di solidarietà in cui far confluire sia i risparmi delle rinunce economiche di sindaco, assessori e consiglieri, sia le ipotetiche donazioni dei cittadini che aderiranno al progetto. I fondi saranno poi devoluti ai cittadini bisognosi. Confidiamo di approvare quanto prima il progetto ed aiutare concretamente i cittadini in difficoltà economica. Sarebbe un risultato importantissimo che testimonierebbe la vicinanza delle istituzioni ai cittadini in un momento di emergenza sanitaria e di crisi economica”. Vicinanza che il gruppo di opposizione ha cercato di dimostrare con un saluto ai cittadini durante la diretta del civico consesso. “Saluto che ci è stato negato – dicono i rappresentanti di Casagiove nel cuore – dall’assessore Altavilla, con nostro sommo stupore. Non ci aspettavamo – continuano – che il delegato alla Pubblica Istruzione non capisse il motivo del nostro gesto. Non era certo dettato da protagonismo o voglia di emergere all’interno del civico consesso, ma semplicemente un segno di vicinanza  a chi seguiva da casa, un modo per mostrare la nostra volontà di rendere possibile la partecipazione dei cittadini nonostante l’impossibilità di essere presenti in aula. Era un modo per essere vicini anche se fisicamente lontani. Crediamo che sia importante trovare ogni possibile occasione per condividere e comunicare in questo momento di crisi dove tutti i vecchi schemi burocratici sono messi alla prova ed è necessario trovare nuove strategie per rappresentare chi ci ha dato mandato – a noi e alla maggioranza – di governare questo paese. Invitiamo l’assessore ad esercitare la propria funzione con un clima più sereno e rispettoso del ruolo che riveste. Ci auguriamo – sottolinea l’avvocato Moscatiello – che si sia trattato di un caso isolato e di un momento di nervosismo che di certo non si ripeterà nelle prossime occasioni”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.