Picchia con violenza i genitori. Voleva la carta del reddito di cittadinanza. Poi calci e pugni ai poliziotti

0 327

La Polizia di Stato di Caserta ha tratto in arresto G.G., di anni 34, residente in San Prisco, poichè resosi responsabile dei reati di resistenza a p.u., maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione aggravata.

Il personale della Squadra Volante del Comm.to di P.S. di Santa Maria C.V. è intervenuto,nel primo pomeriggio di ieri, presso l’abitazione di G.G., in quanto, poco prima, il predetto aveva malmenato violentemente la madre e il padre dopo che quest’ultimo si era rifiutato di consegnargli la carta elettronica del reddito di cittadinanza.

Dagli elementi assunti, si evinceva che il G.G. avesse già riportato una condanna per lo specifico reato di maltrattamenti in famiglia con conseguente collocazione presso una comunità terapeutica; ciononostante il predetto poneva in essere sistematicamente condotte vessatorie nei confronti di tutti i membri della propria famiglia.

L’atteggiamento violento, infatti, veniva manifestato anche nei confronti degli agenti di Polizia i quali, mentre si accingevano ad effettuare una perquisizione sulla sua persona, venivano colpiti da calci e pugni.

A seguito di ciò, l’arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Santa Maria C.V a disposizione della competente A.G.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.