Il Presidente Antonio Di Maria plaude al provvedimento per le Zone Economiche Speciali

0 73

Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, ha partecipato stamani, presso il Consorzio per l’Area di Sviluppo industriale di Ponte Valentino di Benevento, alla Conferenza Stampa su “Zone Economiche Speciali. Una nuova stagione per il rilancio del Mezzogiorno”, alla quale hanno preso parte: il Presidente del Consorzio stesso, Luigi Barone, che l’ha convocata, il Sindaco del capoluogo, Clemente Mastella, ed il Deputato Piero De Luca, della XIV Commissione Politiche dell’Unione Europea. Di Maria ha definito “importante” la norma introdotta, su iniziativa proprio del Deputato De Luca e di altri parlamentari, nella Legge di Bilancio 2021 che abbatte, con alcune condizioni, del 50% e per sei periodi di imposta successivi all’anno in corso la tassazione sulle imprese che intraprendono una nuova iniziativa economica nelle ZES, tra le quali, appunto, rientra l’Asi di Benevento. Secondo il Presidente della Provincia, che era accompagnato dal capo staff Renato Parente, il provvedimento di defiscalizzazione consente di guardare con maggiore ottimismo al futuro per quanto concerne la ripresa delle attività economiche e produttive nel territorio delle aree interne. Di Maria ha, comunque, invocato uno snellimento delle procedure burocratiche al fine di consentire alla nuova norma sulle Zes di esplicare tutte le proprie potenzialità che, peraltro, vanno ad aggiungersi ad altre iniziative “in itinere” (il raddoppio della Statale Telesina, l’Alta Capacità ferroviaria, etc.) tutte finalizzate a creare occupazione e crescita economica. Occorre, tuttavia, ha aggiunto il Presidente Di Maria, una visione strategica ed organica sullo sviluppo del Sannio nonché una sinergia ed una unità di intenti tra le Istituzioni. A tale proposito Di Maria ha fatto riferimento alla filiera istituzionale tra Provincia, Asi, Comune di Benevento, Regione Campania e Governo centrale, per una progettualità di sviluppo, già oggi attiva, ma che deve sempre di più rafforzarsi in particolare per far sì che l’elaborando “Recovery found” possa effettivamente realizzare, in concreto ed in tempi rapidi, quella auspicata rinascita del Mezzogiorno grazie alle risorse finanziarie, straordinarie ed eccezionali decise dall’Unione Europea nell’ambito del Programma “Next Generation” dopo l’esplodere della crisi indotta dalla pandemia da Covid 19. Secondo Di Maria è il momento di dare corso al Contratto Istituzionale di Sviluppo per il Sannio per il quale egli stesso e la filiera stanno lavorando da mesi. Infine Di Maria ha sottolineato che il dibattito politico in corso sulle scelte strategiche perlo sviluppo del Sannio deve svolgersi nel pieno rispetto della dignità delle persone che rivestono cariche di governo: “altro è la legittima e democratica critica su questa o quella scelta, altro è l’attacco personale” – ha chiosato il Presidente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.