AIB progetto “Mamma Lingua”, la biblioteca dell’Ist. Mater Amabilis di Casagiove capofila per la Regione Campania

0 411

“Mamma Lingua. Storie per tutti, nessuno escluso”, è il titolo del grande progetto promosso dall’Associazione Italiana Biblioteche – AIB con il finanziamento del Centro per il Libro e la Lettura , ispirato all’omonimo Manifesto di Graziella Favaro. L’AIB sezione Campania, che coordina il progetto su scala regionale, ha designato la 𝘽𝙞𝙗𝙡𝙞𝙤𝙩𝙚𝙘𝙖 𝙙𝙚𝙡𝙡’𝙄𝙨𝙩𝙞𝙩𝙪𝙩𝙤 𝙈𝙖𝙩𝙚𝙧 𝘼𝙢𝙖𝙗𝙞𝙡𝙞𝙨 di Casagiove capofila territoriale, affidandole il compito di organizzare tutte le attività in sinergia con la rete dei partner locali. Tra essi si annovera il Comune di Casagiove, guidato dal sindaco Giuseppe Vozza, che supporta l’iniziativa culturale in collaborazione con la Pro Loco “M. Santoro” nella persona del prof. Luigi Granatello. Il progetto si rivolge alla fascia di bambini 0-6 anni appartenenti alle più numerose comunità straniere del nostro paese. Il riconoscimento delle diverse lingue d’origine e delle diverse situazioni di bilinguismo costituisce oggi il modo più efficace per favorire l’apprendimento dell’italiano e migliorare i processi di integrazione delle famiglie straniere nei nostri tessuti urbani e sociali.

Partendo da una bibliografia redatta dai migliori esperti del settore, si realizzeranno supporti visivi (manifesto, sito web, breve video pubblicitario d’impatto realizzato da uno dei migliori studi creativi di storytelling in Italia) da distribuire in tutte le strutture coinvolte (biblioteche, nidi e scuole dell’infanzia, servizi socio-sanitari, studi pediatrici) dei 20 centri individuati, uno per ogni regione, e ai media. Il lavoro vedrà l’aggiornamento della bibliografia Mamma Lingua (2015) con l’aggiunta di libri per bambini in filippino/tagalog, hindi, tamil, urdu, portoghese, russo, tedesco; la dotazione della Biblioteca in valigia, una selezione multilingue di libri e il lettore ottico PENpal di Mantra Lingua; la circolazione del BiblioHUB AIB nelle regioni Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria per promuovere anche fuori dalle biblioteche il progetto; la formazione di operatori e volontari sui benefici della lettura precoce e il sostegno del bilinguismo; lo stimolo ad organizzare attività di sostegno alla genitorialità tramite la condivisione dei libri con i bambini dal primo anno di vita.

In occasione della Giornata internazionale della LINGUA MADRE 2021 promossa dall’UNESCO vogliamo ricordare come il riconoscimento delle lingue d’origine sia molto importante per l’inserimento delle famiglie straniere e dei loro bambini. Bibliotecari, mediatori culturali, insegnanti, pediatri e altre figure professionali sono a lavoro per diffondere il progetto in tutta Italia.

I partner nazionali del progetto sono: Comunità del Giambellino Cooperativa Sociale, IBBY Italia, Associazione Forum del Libro, Associazione italiana di Public History, Centro regionale documentazione biblioteche per ragazzi e Biblioteca Ragazzi della Città Metropolitana di Cagliari.

I partner territoriali sono: Associazione “Annalisa Durante” di Napoli, Fondazione “A voce d’è creature” di Pompei, Biblioteca comunale “A. Ruggiero” di Caserta, Biblioteca comunale “Il Grillo Parlante” di Casagiove di Principe (Ce), Biblioteca comunale di Mercogliano (Av), Biblioteca comunale “Mons. S. Favati” di Cesinali (Av), Biblioteca comunale di Benevento, Biblioteca Comunale “Antonio Sementini” di Mondragone, Biblioteca comunale di Agropoli, l’Istituto Comprensivo “G. Falcone” di Sassano (Sa) e la Biblioteca Scolastica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.