Teano, sabato prossimo la ripresa del mercato settimanale. Fiva Confcommercio: ‘Accolte le istanze degli ambulanti

Il presidente Sindaco: ‘Dialogo e collaborazione con i Comuni le strade da seguire’

0 124

Riaprirà sabato 27 febbraio, dopo tre settimane di stop, il mercato di Teano. Il sindaco, dopo un lungo dibattito con la categoria, ha deciso infatti di non prorogare ulteriormente l’ordinanza di chiusura. ‘Non possiamo che essere soddisfatti di questa decisione – ha dichiarato in merito il presidente provinciale di Confcommercio Caserta, Lucio Sindaco – e lieti che il primo cittadino abbia deciso di accogliere le istanze degli ambulanti. Un risultato che premia la strada del dialogo e della collaborazione intrapresa da Confcommercio Caserta nei confronti delle pubbliche amministrazioni’. ‘Ho assunto un impegno preciso con i commercianti – ha fatto sapere il sindaco Dino D’Andrea – e intendo onorarlo. Non solo riaprirò il mercato rionale in piena sicurezza ma attuerò anche una serie di accorgimenti per assicurare il distanziamento sociale e agevolare l’attività degli ambulanti. Le forze dell’ordine e i volontari della Protezione civile garantiranno infatti controlli serrati, tamponi a campione e anche la distribuzione di un questionario Covid’. Buone notizie poi sul fronte ristori. ‘Entro quindici giorni – chiarisce il sindaco – erogheremo un contributo di 600 euro a ciascun ambulante per compensare i danni registrati nel periodo di chiusura’. ‘Siamo felici di poter riprendere le attività – ha commentato Vincenzo De Matteo, responsabile Fiva (Federazione italiana venditori ambulanti) Confcommercio Caserta – e ringraziamo il primo cittadino per aver voluto dare un segnale agli ambulanti. Speriamo tuttavia che in futuro non vengano più assunti provvedimenti di questo tipo senza un preventivo confronto con la categoria che può offrire un contributo e un supporto concreto all’attività dell’amministrazione comunale su questi temi. Continuiamo a sostenere infatti che i mercati all’aperto siano luoghi più che sicuri e che una loro eventuale chiusura, in concomitanza con la classificazione di zona gialla o arancione, non sia assolutamente ammissibile’. ‘Apprezziamo il passo in avanti compiuto dal sindaco nei confronti degli ambulanti – gli fa eco Antonio Aletto di Fiva Confcommercio – ma non possiamo non evidenziare i danni economici notevoli che la categoria ha subito in queste tre settimane. Speriamo pertanto che l’annuncio relativo all’erogazione dei ristori si concretizzi al più presto perché si tratta di risorse che potrebbero restituire un po’ di ossigeno ai commercianti del mercato’.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.