Più di anno di covid non ha insegnato nulla. A Napoli sui treni della Cumana si continua a viaggiare come sardine

Borrelli: “Assurdo. Si chiede a tutti di continuare a fare sacrifici e di rispettare le regole e poi accade questo. Abbiamo chiesto ad Eav di intensificare i controlli ed evitare continui ritardi delle corse.”

0 385

Mentre in Campania i contagi continuano a diminuire ma resta alta la preoccupazione per un eventuale rialzo della curva dei contagi e dei ricoveri, la situazione del trasporto pubblico resta allarmante. Infatti, come segnalato dai cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, su treni della Linea Cumana e Circumflegra gli utenti continuano ad essere costretti a viaggiare come sardine.
“Una sola parola: assurdo! Si è vero i contagi continuano a calare, i reparti covid si svuotano e vengono chiusi e la campagna vaccinale procede bene ma l’emergenza non può considerarsi affatto chiusa. Se si chiede ai commercianti di fare ancora sacrifici facendo rispettare delle normative restrittive, se si vieta ai giovani di assembrarsi, se a tutti si chiede di continuare a rispettare delle regole molto rigide, allora è assolutamente assurdo consentire un tale ammassamento sui mezzi pubblici e questo lo ripetiamo ormai dall’inizio della pandemia, purtroppo senza che siano state prese delle contromisure. Abbiamo inviato una nota Eav, servono maggiori controlli a bordo dei treni e nelle stazioni e soprattutto bisogna evitare continui ritardi del corse che fanno accumulare i viaggiatori.”-. si è così espresso in merito il Consigliere Borrelli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.