Vitulazio. Corruzione e incarichi in Comune, chiesta condanna per 3 geologi. I NOMI

0 395

Dopo la requisitoria del Pubblico Ministero dott. Sergio Occhionero il processo a carico dell’ex sindaco di Vitulazio Luigi Romano (deceduto tempo fa ) e di tre geologi, Giovanni Aurilio, Franco Antonio Criscione e Giuseppe Russo si avvia alla conclusione dinanzi alla prima sezione penale collegio A del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere presieduta dal dott. Giovanni Caparco (Giudici a latere dott. Maione e dott.ssa Iorio).

Al termine della sua requisitoria di oggi il rappresentante della Pubblica Accusa ha concluso per una richiesta di condanna per tutti e tre gli imputati: in particolare ha chiesto 1 anno di reclusione per il dott. Giuseppe Russo, geologo di Santa Maria Capua Vetere difeso dagli avvocati Vincenzo Alesci ed Enrico Monaco; ha chiesto poi 3 anni di reclusione per il dott. Giovanni Aurilio di Vitulazio difeso dall’avv. Maurizio Abbate; da ultimo ha chiesto 3 anni e 4 mesi di reclusione per il dott. Franco Antonio Criscione di Vitulazio difeso dagli avvocati Raffaele Gaetano Crisileo e Gaetano Crisileo; ha invece chiesto ovviamente la estinzione del procedimento per morte del reo per quanto riguarda l’ex sindaco di Vitulazio prof. Luigi Romano difeso dagli avvocati Giuseppe De Rosa e Giancarla Spano.

La parola ora passa alla difesa le cui arringhe sono previste tra una settimana precisamente il 17 settembre prossimo e non si sa se in quella data il collegio giudicante emettera’ anche la relativa sentenza.

Concorso in turbativa di gara e concorso in corruzione aggravata per una specifica gara di pubblici lavori e per dei saggi geologici da eseguirsi nel comune di Vitulazio nell’anno 2016; questo il capo d’imputazione con cui si devono confrontare gli imputati e i loro difensori. Nel processo la parte civile è rappresentata dall’avvocato Antonio Grillo che è costituito per conto del Comune di Vitulazio e che ha concluso oggi associandosi alle richieste di condanna del Pubblico Ministero titolare delle indagini.

Come è noto la vicenda ebbe molto scalpore non solo nel Comune di Vitulazio ma anche nell’hinterland casertano in quanto a seguito delle emissioni di ordinanze cautelari il Comune di Vitulazio venne commissariato con decreto del Prefetto di Caserta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.