Napoli, domestico accusato di omicidio per morte bimbo volato da balcone

Soffrirebbe di problemi psichici. Borrelli: “in Campania occorre potenziare reparti di salute mentale”

0 435

“Apprendiamo con dolore che la morte del piccolo Samuele, il bimbo di 4 anni volato dal terzo piano di via Foria, sarebbe stata causata dal domestico. L’uomo, 38 anni, è accusato di omicidio. Dalla stampa veniamo a conoscenza di problemi psichici. Non vogliamo entrare nel merito di quanto accaduto, se non esprimendo grande vicinanza alla famiglia. Vogliamo però sottolineare la necessità in Campania di lavorare al potenziamento dei reparti di salute mentale, un’area della medicina spesso accantonata. Problemi, quelli psichici, che meritano assolutamente un’attenzione particolare. Venerdì abbiamo incontrato Valentina D. M., la sorella di Luca, 40enne che si è tolto la vita qualche giorno fa. Anche lui soffriva di problemi psichici. La famiglia ci ha parlato di come i problemi di suo fratello, nonostante le sollecitazioni, siano stati ignorati ripetutamente. E allora in pochi giorni, se confermata la versione della polizia sul caso del piccolo Samuele, ci ritroveremmo a parlare di due tragedie causate da problemi di salute mentale troppo spesso sottovalutati”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.