Sanità: vittoria della Cisl Fp e della Cgil per gli operatori del Servizio 118, verranno contrattualizzati in almeno 270

0 195

CASERTA. Gli ex operatori della Misericordia lasciano finalmente il servizio espletato “su base volontaria” e verranno tutti assorbiti dalle nuove ditte appaltanti con regolari contratti.

La Cisl Fp ha portato a casa un accordo davvero unico, forse il primo in Regione Campania se non in tutta Italia: per la prima volta il servizio del 118 viene trasformato in un appalto di servizio secondo cui gli operatori avranno tutti un contratto a tempo indeterminato.

Si tratta di quasi 300 unità tra autisti, infermieri e Medici, autisti soccorritori il cui lavoro non verrà più svolto su base volontaria. La CISL Fp e la Cgil Fp, nelle persone di Nicola Cristiani e Ciro Vettone, hanno sottoscritto un accordo con le due aziende appaltatrici, la Bourelly e la ADI Croce San Paolo, per cui verranno assunti tutti i quasi 300 operatori operanti sul territorio della provincia di Caserta

“È un grande traguardo quello di contrattualizzare dei volontari. Un servizio pubblico così importante come quello del 118 non poteva essere più espletato su base volontaria – spiega Nicola Cristiani, Segretario Ust Cisl, con delega alla Sanità – Per la prima volta viene fatto un accordo non attraverso un passaggio di cantiere e conseguente riassorbimento di lavoratori come volontari, ma addirittura come personale da inquadrare a norma. Queste due aziende hanno sottoscritto un accordo di passaggio di cantiere per 270 unità operative e saranno tutte inquadrate con un contratto a tempo indeterminato: due lotti con la Bourelly con un contratto multiservizi mentre l’altro lotto con la Croce San Paolo che applicherà un contratto delle cooperative sociali. Gli operatori saranno inquadrati normalmente secondo le consuete tabelle contrattuali. Il Sindacato ha chiesto di uscire fuori da questo limbo di precariato e con soddisfazione c’è stato una grande risposta e il conseguente accordo con le due aziende che non hanno avuto nessun tipo di problema a contrattualizzare gli operatori. Grazie anche al direttore dell’ASL Caserta Ferdinando Russo per aver affidato i lotti a queste 2 aziende, con questo sistema i lavoratori si sentiranno finalmente più sicuri e tranquilli, l’utenza sarà servita meglio e l’emergenza assicurata in ogni caso”.

L’appalto dovrebbe essere attivo già dal primo dicembre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.