Riunito il Consiglio Provinciale di Benevento

0 106

Il Vice Presidente della Provincia di Benevento, Nino Lombardi, ha presieduto stamani il Consiglio Provinciale, l’ultimo della Consiliatura iniziata nel marzo 2019.

Lombardi, nel corso della seduta, ha voluto dare atto ai Consiglieri di aver manifestato un grande senso di responsabilità istituzionale per aver voluto garantire, come da lui stesso richiesto, la discussione in Aula di alcuni importanti argomenti aventi forte rilievo nella vita dell’Ente stesso e della comunità provinciale tutta. Del resto, ha continuato Lombardi, egli stesso ha voluto in questi giorni assicurare, in un momento assai delicato nella vita dell’Ente, la continuità dei servizi erogati in particolare dal Settore Tecnico, affidando alla Segretaria Generale Maria Luisa Dovetto la responsabilità direzionale anche per individuare i Responsabili di Posizione Organizzativa, tra i funzionari dell’Ente, per garantire l’operatività dell’Ente per viabilità e scuole. tutte misure, queste, ha sottolineato Lombardi, necessarie a garantire la continuità della vita istituzionale della Provincia, ente a presidio del territorio sannita.

Lombardi ha poi ricordato di aver voluto provvedere agli adempimenti connessi all’assunzione di due unità del personale tecnico destinato dalla Presidenza del Consiglio alla gestione del PNRR e al completamento dell’istruttoria per i concorsi in atto per coprire le numerose carenze degli organici nei ruoli dell’Ente. Infine, ha sottolineato Lombardi, sono state assunte decisioni in materia finanziaria per garantire la raccolta del percolato dalla discarica di Tre Ponti a Montesarchio, un provvedimento necessario per la tutela ambientale:

Il Consiglio Provinciale, dunque, ha approvato oggi con 5 voti favorevoli ed uno contrario (Giuseppe Ruggiero) sia la Variazione di Bilancio per procedere ai predetti adempimenti, sia il Bilancio consolidato 2020 del Gruppo Pubblica Amministrazione della Provincia di Benevento, comprese le Società partecipate, che, come ha rilevato il Dirigente Finanziario Amministrativo Nicola Boccalone, presenta un attivo pari ad oltre 1milione di Euro.

Di particolare importanza altre due decisioni, assunte dall’Aula a voti unanimi: la prima è stata relativa prosecuzione dell’affidamento alla Società in house Sannio Europa dei servizi “Gestione Operativa e co-gestione della Rete Museale, dei “Servizi di comunicazione e promozione” e dei “Servizi di Supporto ai Settori Tecnici – Ufficio di Piano della Forestazione – Ufficio di Piano in materia di Pianificazione e Governo del Territorio Provinciale”. Il secondo provvedimento ha riguardato la conferma della gestione della diga di Campolattaro sul fiume Tammaro da parte della Società partecipata Asea.

Tale conferma, ha dichiarato Lombardi, consentirà la salvaguardia dei livelli occupazionali e garantirà l’opera di controllo e monitoraggio di un’opera per la quale Governo Draghi e Regione Campania hanno inteso stanziare la somma di oltre 500 milioni di Euro nel contesto del PNRR per il potabilizzatore quale opera strategica nazionale. “Non potevamo – ha detto Lombardi – rinunciare dopo tanti decenni alla gestione della diga proprio nel momento in cui l’impianto diventa essenziale per la qualità della vita e per l’economia stessa delle aree interne”.

Sul punto ha espresso il suo apprezzamento il Consigliere Ruggiero. Il prossimo Consiglio, ha quindi commentato Lombardi, dovrà assicurare, a tutela della collettività sannita, la continuità della sinergia istituzionale con Governo e Regione al fine di realizzare le opere di potabilizzazione che sono necessarie per il Sannio e alla Campania. Lo stesso Lombardi ha quindi auspicato che venga al più presto adottato dall’Ato rifiuti il Piano industriale per la gestione dei rifiuti.

Infine il Consiglio ha approvato il Regolamento per la inconferibilità ed incompatibilità degli incarichi nell’ambito del Piano di prevenzione della corruzione.

Concludendo la seduta, Lombardi ha comunicato che la Provincia sta partecipando in questi giorni alla discussione ed alla programmazione e pianificazione dello sviluppo territoriale nell’ambito delle misure del Piano Nazionale di Resilienza e Rinascita. Sulla scorta del dialogo e del lavoro di condivisione già svolto per tutti i comprensori territoriali provinciali con il Contratto Istituzionale di Sviluppo, ha dichiarato Lombardi, la Provincia sta partecipando con il Comune capoluogo, la Regione Campania ed Invitalia, alla individuazione delle scelte programmatiche per lo sviluppo coerenti con la programmazione regionale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.