Criminalità, flash mob in via Tribunali per esprimere solidarietà ai titolari di ‘Cala la Pasta’ dopo brutale aggressione

Europa Verde partecipa in massa: “Tolleranza zero per criminali violenti e senza scrupoli, non sono ammesse scorciatoie”

0 169

“Veronica, la compagna del titolare del ristorante ‘Cala la Pasta’, investita domenica scorsa all’esterno dell’attività commerciale da una moto lanciata a tutta velocità, probabilmente dopo una ‘stesa’, è ancora ricoverata in condizioni critiche all’Ospedale Cardarelli. Ma questa mattina la Napoli che reagisce alle prepotenze della criminalità organizzata si è raccolta all’ingresso del ristorante di via dei Tribunali per un flash-mob di solidarietà a sostegno dei proprietari. Europa Verde ha partecipato in massa all’iniziativa, la lotta alla criminalità è una bandiera sotto la quale si riconoscono tutti i componenti del Sole che Ride. L’unica risposta contro questi criminali violenti e senza scrupoli è la tolleranza zero, non sono ammesse scorciatoie o attenuanti.

I vigliacchi aggressori di Veronica e Raffaele, così come quelli che hanno pesantemente minacciato Mario Granieri, titolare della pizzeria ‘Terra Mia’, colpevole di aver denunciato il racket, vanno arrestati subito. Saremo sempre vicini a queste famiglie e a tutte le persone che subiscono e denunciano violenze e minacce da parte della criminalità che purtroppo ad oggi ha raggiunto il suo scopo. I due ristoranti, anche se momentaneamente, sono chiusi e noi lotteremo fin quando non vedremo mai più una saracinesca abbassarsi per colpa di criminali e violenti ”. Così i rappresentanti di Europa Verde presenti alla manifestazione in via dei Tribunali: il consigliere regionale Francesco Borrelli; Lugi carbone, consigliere comunale; Lorenzo Pascucci e Claudio Esposito, consiglieri di municipalità; Agostino Galiero, coordinatore provinciale; Rosario Pugliese, coordinatore consiglio federale regionale; e Enzo Vasquez dell’esecutivo cittadino di Europa Verde.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.