Neapolitan Gipsy Jazz e omaggi a Pino Daniele alla Reggia di Portici

0 150

L’appuntamento è per venerdì 14 giugno alle 21.30 presso la “La Reggia di Portici” (via Università, 100 Portici). Quartieri Jazz Orkestrine in concerto con il loro Neapolitan Gipsy Jazz nel “Real Orto Botanico”.

La band partenopea oltre ai propri album suonerà anche alcuni omaggi del loro ispiratore e maestro Pino Daniele.

IL CONCERTO –  Di scena all’interno dell’Orto Botanico della Reggia di Portici, ci sarà la “Quartieri Jazz Orkestrine” al completo capitanati dal chitarrista napoletano Mario Romano, con Alessandro De Carolis ai flauti, Luigi Esposito al piano, Alberto Santaniello alla chitarra ritmica, Ciro Imperato al basso ed Emiliano Barrella alla batteria.

Uno dei concerti più suggestivi della band sia per la location sia per il repertorio, poiché suoneranno brani tratti dai loro precedenti dischi: il primo uscito nel gennaio 2013 “E Strade ca portano a Mare”, titolo estrapolato da un brano di Pino Daniele maestro e ispiratore del progetto ed a cui sarà dedicata la parte finale del concerto; il secondo “Le 4 giornate di Napoli” (settembre 2016) ispirato alla rivolta partenopea del ’43, per arrivare all’ultimo lavoro “La Città Parallela” (marzo 2023) che racconta in musica le mille sfaccettature e contraddizioni di Napoli. Un lungo percorso musicale iniziato nel lontano 1997, originale e sperimentale all’insegna della consapevolezza e della rivalutazione dell’identità partenopea, attraverso la fusione tra la napoletanità dei vicoli in cui vive l’artista, e il jazz manouche dei caposcuola come Reinhardt e Rosenberg, proseguendo così sulla strada del genere coniato…Il Neapolitan Gipsy Jazz.

LA LOCATION –
La Reggia di Portici è un palazzo monumentale, sede della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e del Centro MUSA – Musei delle Scienze Agrarie.

Tra le pendici del Vesuvio e il porticciolo del Granatello, essa è una dimora storica fatta costruire nel 1738 dalla coppia reale Carlo di Borbone e Maria Amalia di Sassonia come palazzo reale estivo per la dinastia dei Borbone di Napoli, prima della costruzione della più imponente Reggia di Caserta. Insieme all’Orto Botanico di Portici costituisce il più importante complesso architettonico-naturalistico della città. Alla realizzazione della Reggia lavorarono ingegneri, architetti e decoratori: Medrano, Canevari, Vanvitelli, Fuga, Canart, Bonito, Re e Geri.

Nel 1872 l’Orto Botanico di 7.400 mq. per iniziativa e direzione di Nicola Antonio (1873-1877) il giardino preesistente fu trasformato con finalità scientifiche e didattiche. Ampi viali contornati di giardini all’inglese fanno da sfondo ad opere d’arte tra cui vanno annoverate la Fontana delle sirene, il Chiosco di re Carlo e la Fontana dei cigni e persino un anfiteatro.

default

L’Orto botanico e il bosco insieme costituiscono un eccezionale documento di una cultura museale in cui si uniscono le qualità del museo scientifico, del giardino storico e del sito archeologico.

Come raggiungerci:

Auto da nord: Autostrada A3 Napoli-Salerno, uscita Portici. Alla rotonda prendere 2a uscita e proseguire per 300 m. All’incrocio girare a sx e subito dopo, al successivo incrocio girare a dx per via della Salute. Dopo 650 m mantenersi sulla sx alla biforcazione della strada continuando lungo il Viale Privato Ascione. All’incrocio svoltare a sinistra su via Università e dopo 150 metri sarete giunti a destinazione.

Auto da sud: Autostrada A3 Napoli-Salerno, uscita Ercolano Scavi. (1) Procedere per via Cupa Monti, alla rotonda prendere la 4° uscita in modo da invertire il senso di marcia e dopo 500 m; alla successiva rotonda (2) prendere la 1° uscita per Via Bordiga e proseguire diritto per 400m. Girare a sx per via Alveo (direzione Portici) e proseguire per 800 metri fino ad incrociare Corso Resina. Girare a dx (direzione Portici) e proseguire verso la Reggia di Portici per circa 1 km e sarete giunti a destinazione.

Dove parcheggiare:

I visitatori potranno parcheggiare comodamente la propria auto usufruendo di un parcheggio gratuito all’interno della struttura.

LA FORMULA – La serata prevede l’apertura dei cancelli alle 20,30 per chi volesse anticiparsi per lo sbigliettamento e in seguito visita libera agli spazi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.