Cartografia: A Benevento fino al 10 maggio 100 studiosi del territorio e delle sue specificità geografiche

All’Unisannio il convegno annuale dell’AIC

0 489

BENEVENTO – Continuando la tradizione della visita per promuovere l’utilizzo delle rappresentazioni cartografiche quale strumento indispensabile per conoscere il territorio, è con grande interesse che nel 2018 l’Associazione Italia Cartografi arriva a Benevento, nel Sannio, una regione geograficamente molto complessa e dalle molteplici e radicate specificità territoriali. Ha infatti preso il via ieri all’Università del Sannio il convegno annuale dell’AIC richiamando circa cento studiosi del territorio e delle sue specificità geografiche.

Il prof. Filippo Bencardino, geografo dell’ateneo sannita, tra l’altro presidente della Società Geografica Italiana, che insieme alle docenti Unisannio Angela Cresta ed Ilaria Greco ha organizzato l’evento, spiega che: “La cartografia quale strumento di lettura e conoscenza, memoria ed interpretazione dei processi passati e delle dinamiche in atto e future, trova ulteriori elementi di stimolo, di approfondimento e di ricerca in territori fortemente identitari come il Sannio. Svolgere un convegno di cartografia in un contesto dai trascorsi storico-culturali particolarmente suggestivi e dalle articolate e congiunte traiettorie di sviluppo richiede attenzioni culturali e ideazioni di percorsi scientifici particolareggiati, capaci di leggerne le opportunità e le implicazioni sia sul piano delle prassi territoriali, sia sul piano della tutela, valorizzazione e gestione delle risorse ambientali, culturali e socio-economiche”.

Presupposti questi che giustificano la scelta del tema del Convegno annuale 2018 dell’AIC “Cartografia e sviluppo territoriale delle specificità geografiche”, un argomento che apre ad un ambito di ricerca da sempre elemento di congiunzione tra la geografia e la cartografia, e che ben si presta ad analisi, studi, argomentazioni, dibattiti e rappresentazioni dall’elevato valore sia scientifico che empirico.

 

I temi:

Le specificità regionali: dalla storia delle rappresentazioni alla carta storica

Cartografia e analisi delle risorse

Cartografia dei territori in deficit di crescita: analisi e rappresentazioni

Leggere le criticità tra tradizione e GIS

All’origine delle specificità: i caratteri che hanno definito i nuovi territori delle crisi

Cartografia, governance e politiche di sviluppo

Specificità e sviluppo territoriale nelle politiche europee

Cartografia e turismo: geolocalizzazione, itinerari, mapping, autogestione dei percorsi turistici

Valorizzazione dei beni culturali, percorsi di crescita e geoweb

Rappresentare la complessità territoriale, tra consuetudine geografica e nuove valenze cartografiche

Temi e problemi di cartografia

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.