Dal Marocco all'Italia: storia di Hicham

1 5.507

CASAGIOVE (CASERTA) – Staccare un pò la spina da quelli che sono i problemi quotidiani con i quali un giornalista deve vivere e lavorare è sempre un toccasana. Ogni tanto ci fa bene scrivere per raccontare ai nostri lettori storie non soltanto vere, ma che riescono a suscitare speranza e ammirazione.

Una di queste storie ha sicuramente per protagonista un nostro concittadino: Hicham, pizzaiolo del locale tutto nostrano “La Cuccagna”. Questo ragazzo di 34 anni è l’esempio di come l’integrazione possa funzionare anche in Italia. Hicham è un giovanissimo ragazzo marocchino quando nel 2000 decide di venire in Italia. E’ figlio di contadini ed ha un’ottima conoscenza della coltivazione e delle varietà del grano. Arrivato a Casagiove, ha la fortuna di conoscere il signor Francesco Costanzo che dapprima lo assume come giardiniere e tuttofare, e poi lo introduce nella cucina del ristorante che gestisce. Nel 2009, anche grazie all’aiuto di Costanzo, riesce ad ottenere la cittadinanza italiana e proprio in questo periodo si avvicina al mondo dei pizzaioli, grazie anche alla conoscenza del mondo cerealicolo che gli è stata tramandata. Con dedizione e passione, Hicham riesce ad impadronirsi dei segreti del mestiere ed oggi è molto apprezzato in provincia di Caserta.

“Il mio sogno era di riuscire a realizzarmi qui in Italia – ci ha dichiarato Hicham – e questo è stato possibile grazie al signor Francesco che mi ha concesso queste opportunità”.

34178164_1749076481837644_8084038176684900352_n-2

“Mi trovo bene qui e non voglio più andare via – ha poi continuato Hicham – qui ho i miei amici e le persone che mi vogliono bene e mi stimano. Ormai, quando a volte torno in Marocco mi sento uno straniero. Qui in Italia mi sento a casa. E di questo ringrazio lo staff de “La Cuccagna”, la città di Casagiove e l’Italia tutta”.

Una storia bella quella di Hicham che purtroppo va a cozzare contro le vicende dei tanti che, con la stessa speranza di Hicham, cercano salvezza nei nostri paesi.

1 Commento
  1. Mary dice

    Da buona napoletana ho sempre detto che a pizz sul a napul a sann fa…. Ma invece vi assicuro che la sua pizza è buona davvero!!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.