Santa Maria Capua Vetere: cittadino tunisino assolto per il reato di falso in atto pubblico

0 534

Un cittadino tunisino, A.T., classe ’70, è stato assolto perchè il fatto non sussiste dal reato previsto dall’art. 483 c.p., poichè avrebbe dichiarato falsamente, mediante una dichiarazione sostitutiva, di essere coniugato con una cittadina italiana al fine di ottenere il diritto agli assegni familiari per la figlia, benchè fosse già sposato con una cittadina tunisina. Il 15 ottobre, il Giudice Monocratico (dott. Rossi), presso il Tribunale di S. Maria Capua Vetere, ha accolto la tesi difensiva dell’avv. Nicola Fierro, che verteva sia sulla carenza dell’elemento oggettivo che sull’assenza del dolo: il difensore, infatti, ha prodotto un certificato nel quale si evinceva che l’imputato era in realtà già divorziato nel 2001.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.