Il consiglio nazionale della Uil Fpl si è svolto a Salerno

0 569

Benevento, 23 gennaio 2019. – Il Consiglio Nazionale della UIL FPL, riunito a Salerno nei giorni 14 e 15 gennaio 2019, ha condiviso e apprezzato le analisi e il percorso tracciato nelle relazioni del Segretario Generale UIL FPL Michelangelo Librandi e dei Segretari Nazionali Mariavittoria Gobbo e Daniele Ilari, negli interventi del Segretario Generale Carmelo Barbagallo e dei Segretari Confederali Pierpaolo Bombardieri e Antonio Foccillo, ampiamente ripresi nel corso dell’approfondito e partecipato dibattito.

Il Consiglio impegna l’organizzazione tutta a dare forte sostegno e contributo alla manifestazione unitaria del 9 febbraio per ottenere  dal Governo un confronto su una piattaforma di ampio respiro, rivolta non solo ai lavoratori ma a tutta la cittadinanza, nella quale si rispecchia l’idea di Paese che in questi mesi, unitariamente, abbiamo portato e discusso negli attivi e nelle assemblee.

Chiede anche, però, che da quella piazza venga un chiaro messaggio sul lavoro pubblico e sui temi specifici della categoria, ribadendo la nostra fermezza:

  • sulla necessità di un rilancio delle politiche assunzionali;
  • sull’avvio presso l’ARAN delle Commissioni paritetiche, indispensabili per dare nuovo slancio alla valorizzazione delle professionalità e all’organizzazione dei servizi;
  • sul rinnovo dei contratti delle aree dirigenziali, della sanità privata e del terzo settore, che dobbiamo chiudere al più presto;
  • sull’apertura dei tavoli ditrattativa per il ccnl 2019/2021.

 Il Consiglio ribadisce le scelte della UIL quale sindacato responsabile e riformista che vuole porsi come interlocutore propositivo nei confronti delle Istituzioni locali e nazionali, e ritiene  indispensabile il massimo coinvolgimento e sostegno dei lavoratori per poter tradurre in risultati concreti l’azione sindacale svolta.

Allo stesso modo ribadisce il richiamo ai valori tradizionali della UIL: la libertà, la tolleranza, il pluralismo, l’accoglienza, anche ai fini della piena integrazione  nella nostra organizzazione degli iscritti portati dai recenti accordi di adesione – della FELDA e dell’UNAEP – che hanno contribuito non poco alla crescita della rappresentatività della UIL FPL e ci consentiranno anche di meglio comprendere e rappresentare le specificità di alcune categorie professionali.

A questo ultimo proposito il Consiglio ha fortemente condiviso l’esigenza di caratterizzare nel Comparto della Sanità la disciplina normativa e contrattuale delle professioni sanitarie, anche (come è già avvenuto per la polizia locale e per il personale della ricerca sanitaria, e come siamo già impegnati a fare per il Settore scolastico educativo e l’Avvocatura) attraverso l’istituzione di un’apposita   Sezione contrattuale nella quale poterne riconoscere adeguatamente le specificità rispetto ad istituti fondamentali del rapporto di lavoro, come pure poter armonizzare con altre professioni sanitarie la disciplina di istituti comuni quali, per esempio, l’esercizio della libera professione.

Dopo la presentazione dei dati sulla rappresentatività per il triennio 2019/2021 il Consiglio ha espresso soddisfazione e apprezzamento sui risultati raggiunti sul piano elettorale e associativo, che hanno portato a un consistente passo avanti della UIL FPL sia nelle Funzioni locali che nella Sanità.

Ciò nonostante la tornata elettorale e la fase di rilevazione degli iscritti, appena concluse, hanno nuovamente evidenziato una serie di criticità nelle regole e nelle procedure, senza le quali il nostro risultato avrebbe potuto essere ancora maggiore. Il Consiglio ha quindi nuovamente rivolto alla Confederazione l’invito a trovare insieme il percorso più efficace per apportare modifiche al regolamento per l’elezione delle RSU, e a trovare un nuovo accordo quadro sulle libertà sindacali che sia meno penalizzante, in particolare per i piccoli Comuni.

Per migliorare l’azione e i risultati della UIL FPL il Consiglio ha condiviso anche la necessita di procedere ad un riequilibrio delle agibilità presenti sul territorio, insieme a un intervento mirato di ricambio di quadri e dirigenti sulla base dell’età e del merito.

Il Consiglio ha poi rinnovato la valutazione positiva delle iniziative già da tempo avviate dalla Segreteria Nazionale sulle polizze assicurative e sulla formazione – universitaria, professionale ed ECM – apprezzando e approvando le ulteriori iniziative pronte per implementare il pacchetto di servizi, strumenti e opportunità da mettere a disposizione degli iscritti  e dell’organizzazione tutta.

Grande consenso è stato infine espresso sulla promozione di una proposta di legge contro le aggressioni e la violenza nei confronti degli operatori dei servizi, fenomeno purtroppo in crescita costante nei settori rappresentati dalla UIL FPL.

Ai lavori hanno partecipato in rappresentanza della Uil Fpl sannita Antonio Pagliuca, Fioravante Bosco e Giovanni De Luca.

Ufficio stampa Uil Benevento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.