Giornate FAI di Primavera. Ecco i beni visitabili a Benevento il 23 e 24 marzo

0 38

La Delegazione FAI di Benevento, con il Gruppo Fai Giovani, partecipa alla ventisettesima edizione di Giornate FAI di Primavera proponendo dei luoghi speciali

Saranno, infatti, visitabili il MUSEO ARCOS, PALAZZO DE CILLIS, PALAZZO COLLENEA E  LA CHIESA DI SAN FRANCESCO

A condurre i visitatori alla scoperta dei siti ci saranno  gli Apprendisti Ciceroni®, giovani studentidel Liceo Scientifico “G.Rummo”, del Liceo scientifico Galilei-Vetrone di Benevento. del Liceo Artistico Istituto di Istruzione Superiore “Virgilio” e dell’Istituto IPSAR “LE STREGHE”  che hanno scelto con i loro docenti di partecipare nell’anno scolastico a un progetto formativo di cittadinanza attiva, un’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996, che coinvolge ogni anno studenti felici di poter vivere e raccontare da protagonisti, anche solo per un giorno, le meraviglie del loro territorio.

La manifestazione, oltre a essere un momento per festeggiare e raccontare la propria storia più bella e più nobile, è anche un importanteevento di raccolta fondie un’occasione per raccontare a tante persone gli obiettivi e la missione della Fondazione. Per questo, all’accesso di ogni luogo apertoverrà chiesto ai visitatori un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro: i preziosi contributi raccolti saranno destinati al sostegno delle attività istituzionali del FAI.

Le Giornate sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti FAI– e a chi si iscrive durante l’evento – a chi, dunque,  sostiene la Fondazione con partecipazione e concretezza. A loro saranno dedicate corsie preferenziali, perché iscriversi alFAI è un gesto civile e al tempo stesso un beneficio: conviene a se stessi e fa bene all’Italia. La visita al Palazzo Collenea, infatti, sarà riservata agli iscritti FAI mentre per gli eventi in programma al Museo Arcos sabato 23 è previsto un biglietto ridotto per gli iscritti FAI

 

Vi saranno molte sorprese!

I beni, infatti, ospiteranno degli eventi,  a partire dalla presenza, per  sabato 23,al Museo Arcos, della dott.ssa Marta Berogno, egittologa, divulgatrice, presidente del Centro Studi Petrie, collaboratrice per la didattica del Museo Egizio di Torino; a Palazzo Collenea-Isernia “Magna mater”  mostra della designer francese Garance Vallée per SWING DESIGN GALLERY;a Palazzo De Cillis – mostra-performance“Assenze e poi transiti” – dipingere lo spazio metafisico – a cura di Giuliana Ippolito per SPAZIO NUMENed, infine, presso la Chiesa di San Francesco alla Dogana, concerto “Suono sacro- esperienza sonora di una preghiera” a cura del soprano Tetyana Shyshnyak con Padre Luigi Carillo e Associazione culturale Orbisophia, una piccola escursione nella storia della musica sacra europea con le prime testimonianze grafiche del canto beneventano del VII sec.,  brani della prima compositrice del XII secolo Santa Hildegarda da Bingen (Germania) e antifone del canto gregoriano riscoperto dai monaci benedettini di Solemes (Francia). 

Questo il programma dettagliato dei beni aperti a Benevento.

Nb –preghiamo di fare molta attenzione agli orariche sono diversi per ciascun bene-  in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

1) MUSEO ARCOS Corso Garibaldi (Palazzo del Governo)
Sabato: Mattina 09:00 – 13:00 – Pomeriggio 15,00 – 17,00 *(attenzione ultimo ingresso per visite 16:30 per consentire inizio eventi in programma)
Domenica: Mattina 09:00 – 13:00 – Pomeriggio 15,00 – 18,30 (ultimo ingresso ore 18,00) .
Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato
Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni Liceo Artistico Istituto di Istruzione Superiore “Virgilio”  e dell’IPSAR “LE STREGHE”

*EVENTI IN PROGRAMMA SABATO 23 MARZO

 (Attenzione: prenotazione obbligatoria solo contattando il Museo al numero 0824 312465)

ORE 17,30“Piramidi e Pentole”: incontro dedicato ai bambinicon l’egittologa Marta Berogno*

nb max 30 bambini – (biglietto euro 5,00- ridotto iscritti Fai euro 3,00)

ORE 19,00 “Visioni di Egitto”: aperitivo con l’egittologa Marta Berogno*

nb max 40 adulti – (biglietto euro 5,00- ridotto iscritti Fai euro 3,00)

*Marta Berogno, egittologa, divulgatrice, Presidente Centro Studi Petrie, collaboratrice per la didattica del Museo Egizio di Torino

2) PALAZZO COLLENEA – ISERNIA: Swing Design Galleryingresso riservato agli iscritti FAI – possibilità di iscriversi in loco –

Sabato: 12:00 – 18:30 (ultimo ingresso 18,00)
Domenica: 10:00 – 17:00 (ultimo ingresso 16:30)

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni Liceo Scientifico “G.Rummo”

Evento: il 23 e il 24 marzo “Magna mater” mostra della designer francese Garance Vallée per Swing Design Gallery di Angela da Silva

 

3) PALAZZO DE CILLIS – Via Erik Mutarelli

Sabato: 10:00 – 17:00 (ultimo ingresso 16:30)
Domenica: 10:00 – 17:00 (ultimo ingresso 16:30)

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni Liceo Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’IPSAR “Le Streghe”

Evento: il 23 e il 24 marzo Assenze, poi transiti. Dipingere lo spazio metafisico.

 Progetto a cura di Giuliana Ippolito per Spazio Numen, Benevento. [Fotografie di Paolo dell’Elce; atto poetico di Bibiana la Rovere”il cuore contiene l’infinito” diretto da Gianni Nappa per artperformingstival (orari della performance:sabato 23 marzo ore 15,30, domenica 24 marzo ore 11,00); installazioni di Giuliana Ippolito]

 

4)CHIESA E CONVENTO DI SAN FRANCESCO detto DELLA DOGANA

Sabato: 10:00 – 17:00 (ultimo ingresso 16:30)
Domenica: 10:00 – 17:00 (ultimo ingresso 16:30)

Le visite in chiesa verranno sospese durante le funzioni religiose.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico “Galilei – Vetrone”.

 

EVENTOIN PROGRAMMA  DOMENICA 24 MARZO

ORE 19,30CHIESA DI SAN FRANCESCO “Suono sacro- esperienza sonora di una preghiera” a cura del soprano Tetyana Shyshnyak e Associazione culturale Orbisophia

Concerto: piccola escursione nella storia della musica sacra europea con le prime testimonianze grafiche del canto beneventano del VII sec.,  brani della prima compositrice del XII secolo Santa Hildegarda da Bingen (Germania) e antifone del canto gregoriano riscoperto dai monaci benedettini di Solemes (Francia)

 

Ringraziamo per il Patrocinio morale la Provincia di Benevento, in persona del Presidente Antonio Di Maria.

Con la collaborazione di:  Sannio Europa scarl- società in house della Provincia di Benevento che si occupa della promozione e valorizzazione della rete museale;  degli istituti scolastici  Liceo Scientifico “G.Rummo”,  Liceo scientifico Galilei-Vetrone di Benevento, Liceo Artistico  “Virgilio” e dell’ IPSAR  “LE STREGHE”;   diSpazio Numen diGiuliana Ippolito,  Padre Antonino Carillo, Swing Design Gallery di Angela da Silva,  Associazione culturale Orbisophia, soprano Tetyana Shyshnyak e  Padre Luigi Carillo.

 Invitiamo tutti a diffondere in rete la notizia e le vostre foto di questo evento  con

l’hashtag#giornatefai.

Continuate a seguire le iniziative della Delegazione Fai di Benevento e del Gruppo Giovani sulla pagina fb e su instagram

Troverete altre informazioni sulle Giornate Fai di Primavera sul sito web  https://www.fondoambiente.it/

* * * * *

Le Giornate di della Delegazione di Benevento sono parte del grande evento nazionale del Fondo Ambiente Italiano su scala nazionale.

“Lo splendido paradosso della bellezza italiana è l’essere insieme quotidiana e straordinaria, a volte sontuosa ed esplicita, altre nascosta e ferita, ma sempre così profondamente nostra da definire chi siamo e ricordarci gli innumerevoli intrecci che hanno tessuto le nostre origini, lasciando impronte nel nostro patrimonio culturale quasi fossero indizi”

Sabato 23 e domenica 24 marzo 2019il FAI – Fondo Ambiente Italianoinvita tutti a partecipare alle Giornate FAI di Primaveraper guardare l’Italia come non abbiamo mai fatto prima e costruire un ideale Ponte tra cultureche ci farà viaggiare in tutto il mondo.

Giunta ormai alla 27ª edizione,la manifestazione si è trasformata in una grandiosa festa mobile per un pubblico vastissimo, che attende ogni anno di partecipare a questa straordinaria cerimonia collettiva, appuntamento irripetibile del nostro panorama culturale che a partire dal 1993ha appassionato quasi 11 milioni di visitatori.

Anno dopo anno le Giornate FAI di Primavera superano se stesse: questa edizione vedrà protagonisti 1.100

luoghi aperti in 430 località in tutte le regioni, grazie alla spinta organizzativa dei 325 gruppi di delegati

sparsi in tutte le regioni – Delegazioni regionali, provinciali e Gruppi Giovani – e grazie ai 40.000 Apprendisti Ciceroni. Centinaia di siti e migliaia di persone che l’anima del FAI accende, prendendo per mano tutti e accompagnando gli italiani a specchiarsi nella stupefacente varietà del paese più bello, aprendo luoghi spesso inaccessibili ed eccezionalmente visitabili in questo weekend, durante il quale è possibile sostenere la Fondazione con un contributo facoltativo o con l’iscrizione.

Per il quinto anno consecutivo le Giornate FAI di Primaverachiudono la Settimana dedicata dalla Rai ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 18 al 24 marzo, infatti, la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro Paese: una maratona televisiva e radiofonica di raccolta fondi a sostegno del FAI, per sensibilizzare sempre più italiani sul valore del nostro straordinario patrimonio artistico e paesaggistico e per promuoverne la partecipazione attiva. La Settimana Rai per i beni culturali è realizzata conil Patrocinio di Rai – Responsabilità Socialee con la Media Partnership di TG1, RAINEWS24, RAI TGR e RADIO1 cheassicureranno ampia informazione e una copertura capillare.

 

Per il 2019, la novità della più grande festa di piazza dedicata ai beni culturali del nostro Paese sarà FAI ponte tra culture, il progetto del FAI che si propone di amplificare e raccontare le diverse influenze culturali straniere disseminate nei beni aperti in tutta Italia. Molti di questi luoghi testimoniano la ricchezza derivata dall’incontro e dalla fusione tra la nostra tradizione e quella dei paesi europei, asiatici, americani eafricani.Eccoperché in alcuni di questi siti e in alcuni Beni FAI le visite saranno curate da oltre un centinaio di volontari di origine straniera che racconteranno gli aspetti storici, artistici e architettonici tipici della loro cultura di provenienza che, a contatto con la nostra, ha contribuito a dar vita al nostro patrimonio.

Il 50% circa dei beni apertidurante le Giornate FAI di Primavera 2019 saranno fruibili anche da persone con disabilità fisica.

Per l’elenco completo delle 1.100 aperturesarà possibile consultare il sito www.giornatefai.it o telefonare al  numero 02/467615399.

Invitiamo tutti a diffondere in rete la notizia di questo evento utilizzando l’hashtag #giornatefai.

IMPORTANTE: Prima di recarsi a visitare i luoghi è opportuno verificare sul sito web eventuali modifiche di orari di apertura, variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse o imprevisti e la possibile chiusura anticipata delle code a causa della grande affluenza di pubblico.

SOSTIENI LA FONDAZIONE

 

Le Giornate FAI di Primavera, oltre a essere un momento di incontro prezioso ed emozionante tra il FAI e la gente, sono anche un’importante occasione di condivisione degli obiettivi e della missione della Fondazione. Tutti possono dare il loro sostegno attraverso l’iscrizione annuale(vale tutto l’anno per avere sconti, omaggi e opportunità e in occasione delle Giornate FAI di Primavera permette di godere di ingressi dedicati e accessi prioritari), oppure con un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, che verràrichiesto all’accesso di ogni luogo apertoo ancora con l’invio di un sms solidale al numero 45584, attivo fino al 31 marzo 2019.Si potranno donare 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce e Tiscali. La donazione sarà invece di5 euro per le chiamate da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile e di 5 e 10 europer le chiamate da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali.

*****

Le aperture dell’edizione 2019 di Giornate FAI di Primavera sono rese possibili grazie al fondamentale contributo di importanti aziende: Ferrarelle, acqua ufficiale del FAI e Partner dell’evento, da otto anni prezioso sostenitore dell’iniziativa e presente con il suo Parco Sorgenti di Riardo nella lista dei luoghi visitabili nelle due giornate.Banca Generali, realtà leader in Italia nel private banking, sostenitrice dell’evento per il sesto anno consecutivo affiancata da Enel, entrambe in qualità di Main Sponsor. Rekeep, principale gruppo italiano attivo nel facility management e amico del FAI dal 2018, che sostiene l’evento in qualità di Sponsor.Gruppo Gabrielli,realtà della Grande Distribuzione Organizzata del centro Italia con i marchi Oasi, Tigre e Tigre Amico, rinnova il suo sostegno all’evento per le regioni Marche e Abruzzo. DHL Express Italy, che per il quinto anno consecutivo in qualità di Logistic Partner, garantisce la movimentazione di tutti i materiali nei siti delle Giornate FAI di Primavera.

Si ringrazia inoltre GEDI Gruppo Editorialeper la consolidata collaborazione.

Si ringraziano, infine, Regione Lazio, Regione Puglia, Regione Toscana e Provincia Autonoma di Trentoper il contributo concesso.

 

La 27ª edizione delle Giornate FAI di Primavera ha ricevuto la Targa del Presidente della Repubblicaquale premio di rappresentanza e si svolge in collaborazione con la Commissione Europeae con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile, con il Patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, di tutte leRegioni e le Province Autonomeitaliane, di Rai Responsabilità Socialee con la Media Partnership di TG1, RAINEWS24, RAI TGR e RADIO1.

Quest’anno è stata inoltre aggiornata l’immagine-simbolo dell’evento. La storica composizione del volto femminile che guarda attraverso le stanze della Rocca di Soragna, realizzata nel 1998 dall’agenzia Armando Testa, aveva bisogno di essere attualizzata. È stato chiesto alla stessa agenzia di rimettere mano al visual e di rinnovarlo in modo da renderlo più plurale e dinamico. È nata quindi una campagna multisoggetto ambientata nei Beni della Fondazione che vuole parlare a persone di ogni genere ed età, perché questo è l’intento stesso delle Giornate FAI di Primavera. Grazie quindi all’agenzia Armando Testa per aver donato la nuova creatività.

Il FAI ringrazia Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, le Istituzioni Pubbliche e Private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 125 Delegazioni, agli 89 Gruppi FAI e ai 91 Gruppi FAI Giovani, ai 7.500 volontari FAI, dei quali un centinaio sono i mediatori artistico culturali di FAI ponte tra culture,e ai circa 2.000 volontari della Protezione Civile che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione rendono possibile l’evento. Ad affiancarli, nell’accogliere e guidare i visitatori, ci saranno 40.000 Apprendisti Ciceroni, studenti della scuola di ogni ordine e grado che hanno scelto con i loro docenti di partecipare nell’anno scolastico a un progetto formativo di cittadinanza attiva, un’iniziativa lanciata dal FAI nel 1996, che coinvolge ogni anno studenti felici di poter vivere e raccontare da protagonisti, anche solo per un giorno, le meraviglie del loro territorio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.