Gladiator invulnerabile! Piazza il colpo a Mondragone con autorità, continua la rincorsa play-off

0 30

MONDRAGONE – 16/03/2019

Il Gladiator vìola lo stadio “Salvatore Gregorio Conte” di Mondragone e continua la sua cavalcata in direzione play-off. In uno scontro molto delicato per le due compagini, i neroazzurri di Giovanni Sannazzaro trionfano con il punteggio di 0-1, grazie al rigore trasformato al 14’ da Vincenzo Liccardi. Dal canto loro i domiziani di Fabio Del Prete hanno provato in tutti i modi a riequilibrare l’incontro ma hanno trovato di fronte una difesa sammaritana molto attenta. Prestazione d’autorità per Merola & soci che salgono a quota 54 punti, distanti sempre quattro lunghezze dall’Afragolese, e vicini alla qualificazione matematica alla fase post-season.

PRIMO TEMPO. Il primo squillo arriva al 5’ con Improta che calcia a lato da fuori area (5’). La reazione ospite non si lascia attendere e spaventa i domiziani di Aldo Papa. Stupendo lancio del baby Romagnoli per Liccardi che controlla palla ma tira a lato (7′). Il goleador neroazzurro si fa perdonare appena sette minuti dopo. Di Paola viene atterrato da Andres e l’arbitro concede il calcio di rigore. Dal dischetto Liccardi è glaciale e realizza il penalty, spiazzando Cioce e siglando il suo nono sigillo in campionato (14’). I padroni di casa subiscono il colpo ed infatti solo al 31’ arriva il tiro da fuori di Improta che Merola blocca. Tra le migliori difese del campionato, il Gladiator amministra il vantaggio ed abbassa la saracinesca appena gli avversari si avvicinano, con una coppia Manzi-Caccia in grande forma.

SECONDO TEMPO. Le emozioni latitano ed al 58’ i neroazzurri sbagliano di precisione in contropiede. Di Pietro e Liccardi non riescono ad andare al tiro, su copertura della difesa locale (58′). Ancora Vitiello al tiro: palla alta (64’). Poi nel finale i domiziani tentano il tutto per tutto. Il capitano neroazzurro Merola conferma il suo momento d’oro nel finale. All’81’ balzo felino del portiere sammaritano che smanaccia in corner il tiro velenoso da fuori di La Montagna. Grande spavento all’83’. Su azione di calcio d’angolo, Fava entra in area e colpisce il palo (83′). Pericolo scampato per i neroazzurri che si difendono ancora con Merola all’86’: distensione sulla destra a deviare la punizione di Fava da fuori area (86′). Nel finale grande tensione e ne fa le spese Di Pietro che viene espulso dall’arbitro dalla panchina. Il Gladiator si difende e conquista un’importante vittoria in chiave play-off.

Tabellino: MONDRAGONE-GLADIATOR = 0-1 (parziali: 0-1: 0-0)

MONDRAGONE: Cioce, Esposito Angelo, Fava, Di Stasio, Andres, Baratto, Esposito Catello (46’ Pagliuca), Colella (46’ Coppola), Capaccione (75’ Franzese), La Montagna, Improta (61’ Ripici). In panchina: Onofrio, Perotti, Mazzone, Torino, Fulco. Allenatore: Aldo Papa

GLADIATOR: Merola, Landolfo (84’ Fusco), Andreozzi (79’ Esposito Antonio), Vitiello, Caccia, Manzi, Di Paola, Di Pietro (75’ Viglietti), De Rosa, Romagnoli (75’ Saccavino), Liccardi (70’ Scielzo). In panchina: De Lucia, Ioio, Montano, Pesce. Allenatore: Giovanni Sannazzaro

RETE: 14’ Liccardi su rig. (G)

ARBITRO: Liberato Maione della sezione di Ercolano (assistenti: Pasquale Rosario Iazzetta di Frattamaggiore e Vincenzo Pone di Nola)

NOTE: Espulso: Di Pietro dalla panchina (G). Ammoniti: Andres, Capaccione, Di Stasio, Coppola (M); Landolfo, Di Pietro, Merola (G). Angoli: 3-2. Fuorigioco: 1-0. Recupero: 1 nel primo tempo; 3 nel secondo tempo. Spettatori: 400 circa

AREA COMUNICAZIONE & UFFICIO STAMPA

A.S.D. GLADIATOR 1924

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.