Tragedia per la morte di un vigile del fuoco. Intervento della Uil

0 109

Benevento, 11 giugno 2019. – La Uil Avellino/Benevento rende noto che, durante la notte scorsa nel Tarantino, vi è stata una tragedia che ha colpito Antonio Dell’Anna, il vigile del fuoco che è morto durante il servizio, travolto dal portellone di un furgone avvolto dalle fiamme. Per lui non c’è stato nulla da fare. Antonio Dell’Anna aveva 54 anni, ed era di Fragagnano, in servizio presso il comando di Taranto: l’incidente poco dopo l’una della scorsa notte, durante le operazioni di soccorso scattate per domare l’incendio divampato in una masseria nelle campagne tra San Giorgio Jonico e Pulsano. Stando a una prima ricostruzione, lo sfortunato vigile del fuoco stava spegnendo le fiamme che avevano avvolto un furgone per il trasporto degli animali. Il fuoco, però, ha deformato il meccanismo di uno sportellone che ha ceduto di schianto e ha travolto la vittima. L’uomo è morto sul colpo, per lui non c’è stato nulla da fare.

“Un altro incidente mortale sul lavoro – è il commento di Fioravante Bosco (Uil Av/Bn) -, un altro vigile del fuoco che paga, per adempiere il suo dovere, con il sacrificio della propria vita. Siamo al fianco dei familiari della vittima ed esprimiamo il nostro cordoglio al Corpo dei Vigili del fuoco. E’ un dolore per tutti noi assistere a questo mortale stillicidio quotidiano. Tutto ciò è divenuto inaccettabile. Così come è incredibile che i Vigili del fuoco non abbiano ancora alcune tutele specifiche, nonostante la particolarità del loro compito. Non bastano più le parole – conclude il sindacalista -, serve una più stringente politica della prevenzione in tutti i luoghi di lavoro e un’intensificazione dei controlli, oltre a un inasprimento delle pene nel caso di reiterazione di questi specifici reati”.

Ufficio stampa Uil Benevento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.