La cerimonia di chiusura dell’Anno Accademico 2018/2019 della scuola di cucina Dolce & Salato

Emozioni, Alta Formazione e Accoglienza nella Capitale Europea del Vino.

0 111

Maddaloni, 13 luglio 2019 – Nella meravigliosa cornice di Villa Serino di Benevento, si è concluso ufficialmente l’Anno Accademico 2018/19 della Dolce & Salato – la Scuola di Cucina e Pasticceria fondata e diretta dagli chef Giuseppe Daddio e Aniello di Caprio. Il direttivo, il corpo docente e una folta rappresentanza di studenti – circa 40, tra aspiranti cuochi, pasticceri, pizzaioli, bakery chef, maître e food & beverage manager – sono stati affiancati dal patron di casa, l’imprenditore Filippo Serino, da rappresentanti istituzionali, tra cui la Senatrice Sandra Lonardo e l’Assessore ai servizi sociali del comune del capoluogo sannita Luigi Ambrosini, da personalità del mondo della cultura dell’accoglienza e del turismo enogastronomico i presidenti delle UNPLI di Avellino e Benevento Giuseppe Silvestri e Antonio Lombardi e, ancora, Carmine Coletta  come delegato del Consorzio Vini del Sannio e più di 400 ospiti che hanno voluto essere presenti alla cerimonia del XXII anniversario di Dolce & Salato.

Una serata emozionante che si è aperta con una convention, presentata dal giornalista Franco Buononato già responsabile della redazione de Il Mattino di Benevento, in cui sono stati toccati i temi dell’Alta Formazione e quelli dell’Accoglienza per salutare i giovani che diventeranno ambasciatori del gusto e della migliore gastronomia in Italia e nel mondo. Un percorso quello della scuola casertana, i cui corsi sono accreditati  presso la Regione Campania, in cui si sono annoverate diverse sessioni formative di qualifiche professionali riconosciute in tutta Europa, dove il principio assoluto è la valorizzazione dei giovani nel mondo della ristorazione e della ricettività alberghiera. Un ente che, dopo tutti questi anni di attività, oggi conta più di mille discenti inseriti per esperienze professionali di brigata in ristoranti stellati, hotel di lusso di grandi città cosmopolite nazionali ed internazionali.

“Alla Dolce & Salato si imparano le basi del mestiere, si apprendono le tecniche con cui lavorare per rendere merito e per fare grande la cucina e la pasticceria italiana – hanno sottolineato durante la cerimonia gli chef Giuseppe Daddio e Aniello di Caprio – si  può fare qualcosa di grande solo se si studia sodo e si pratica senza sosta il mestiere. Non basta la padronanza della tecnica, occorrono anche passione vera, curiosità, spirito di sacrificio e tanta voglia di emergere. Sei mesi la durata dei nostri percorsi che si tramutano in lavoro per quelli consapevoli e convinti della scelta intrapresa e che credono nei valori di queste professioni, dove il nostro obiettivo – hanno concluso i due chef – è veder loro inseriti nel mondo lavoro”.

A fine serata, sono state presentati alcuni importanti sviluppi: la possibilità di finanziamento con il pagamento rateale fino a 36 mesi per i corsi, il nuovo sito con la programmazione 2019/2020, gli eventi della prossima stagione e le importanti missioni di rappresentanza nel mondo.

Sponsor della cerimonia: Villa Serino, Consorzio di Tutela Vini del Sannio e Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, Azienda Masdeu per i piccoli gioielli finger food, torrone Antiche Fabbriche Riunite, Italian Pasta di Alex Alvino, Nicola Ricci chef patron del park Hotel di San Giorgio del Sannio (BN), Acqua Ferrarelle.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.