“La forza delle Donne”, mostra d’Arte contemporanea a Caserta nella Biblioteca comunale “Ruggiero

0 77

Venerdì 6 dicembre nella Biblioteca comunale “Ruggiero” di Caserta, con ingresso da via Lodati n.9, si inaugura una mostra d’Arte contemporanea dal titolo “La forza delle Donne” promossa dalla Associazione Culturale Itinerante ACI, dalla Pro Loco di Caserta e dal movimento “Ars Supra Partes”, curata e presentata da Carlo Roberto Sciascia grazie alla collaborazione ed organizzazione curata da Rosa Guarino e Ottavia Patrizia Santo; l’esposizione gode del patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Caserta.

All’inaugurazione sono previsti gli interventi di: – Sindaco di Caserta avv. Carlo Marino, Console onorario dell’Uzbekistan avv. Vittorio Giorgi, Fondatore del Movimento “Esasperatismo Logos & Bidone” prof. Adolfo Giuliani, Presidente C.d.A. e Rettore della Libera Facoltà di Scienze Sociali e del Turismo di Napoli prof. ing. Vladimiro Ariano, Presidente del Centro Antiviolenza “Noi Voci di Donne” dott. Pina Farina, Presidente Direttore Albatros Edizioni prof. Lucia de Cristofaro, Presidente della Fidapa “Calazia” di Maddaloni prof. Raffaella Carli, Presidente C.I.F. Caserta prof. Laura Messore, Presidente dell’Associazione Culturale Itinerante e poeta dott. Gino Iorio, Critico d’Arte ing. Carlo Roberto Sciascia.

Modera la Responsabile della Biblioteca dott. Marialidia Raffone.

Come intermezzo vi sarà una accattivante performance di Giò Sciò.

Ospiti d’onore della manifestazione saranno tre artisti, precisamente Rosanna Della Valle, Leonilda Fappiano e Giorgio Pistilli.

Esporranno le loro opere, diverse per stile e tecnica ma unite nel tema trattato, gli artisti Letizia Caiazzo, Daniela Capuano, Giuseppe Caputo, Lucia D’Aleo, MRosaria Di Marco, Anna Di Maria, Giuseppe Ferraiuolo, Giovanna Giordano, Luigi Guarino, Rosa Guarino, Stefania Guiotto, Assunta Improta, Giovanni Incoronato, Paolo Lizzi, Ksenia Pashchendo, Veronica Mauro, Laura Messore, Elisabetta Santo, Bartolomeo Sciascia, Clementina Vasturzo, Rosalia Vigliotti, Annamaria Zoppi.

L’argomento da trattare è stato scelto nell’intento di indicare a tutti un nuovo modo di vedere basato sulla positività; non più parlare di violenza subita dalle donne, non più <attaccare> l’uomo visto come nemico con lo sguardo ricco di un rimprovero <generalizzato> che non solo era ingiusto, ma non era in grado di combattere un atteggiamento riprovevole e meschino di pochi uomini arroganti che credono di essere potenti e riportano tutto ad un’affermazione della propria forza ….. evidenziare i tanti aspetti positivi che caratterizzano la donna, i suoi pregi, il suo valore e le sue capacità. Un qualsiasi bambino si rivolgerà alle bambine non mostrandosi più forte ed aggressivo, ma con la gentilezza e con il rispetto che è dovuto ad un qualsiasi essere umano.

La mostra vuole essere, perciò, un <inno> alla donna in quanto tale, cioè alla donna mamma, nonna, amante, amica, compagna, con le sue doti di pazienza, responsabilità, sensibilità, spesso ago della bilancia tra opposte posizioni, equilibrista anche se a volte destabilizzante, dubbiosa ma decisa, tacita o ciarliera, allegra o angosciata, cardine della famiglia, scrigno di gioie e di amore.

La mostra proseguirà fino al 13 dicembre 2019 nella Biblioteca comunale “Ruggiero” diCaserta, con ingresso dalla via Laviano n.65. (CRS)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.